venerdì, Dicembre 22, 2023
HomeEmilia-RomagnaPoste Italiane: cambio d'abito per i 325 portalettere della provincia di Modena

Poste Italiane: cambio d’abito per i 325 portalettere della provincia di Modena

(Sesto Potere) – Modena, 22 dicembre 2023 – Cambio d’abito per i 325 portalettere della provincia di Modena: un nuovo design che unisce funzionalità ed estetica, tessuti riciclabili per tutelare l’ambiente e capi versatili capaci di proteggere dal freddo in inverno ed altamente traspiranti per fronteggiare i periodi più caldi, con i colori classici di Poste italiane, il giallo e il blu, a cui si aggiunge il grigio.

Dopo cinque anni, cambiano dunque le divise di chi ogni giorno lavora nel circuito del recapito consegnando ai cittadini pacchi e servizi a domicilio, nel segno del comfort, della sostenibilità e dell’innovazione secondo specifici requisiti di qualità che mirano a salvaguardare la sicurezza e la praticità lavorativa.

Nel dettaglio i pantaloni sono composti di materiali tecnici e traspiranti, foderati con tessuto K-Flex, per chi svolge attività in continuo movimento, le polo, sia a manica lunga che corta, da fibre altamente protettive dai raggi UV, una nuova giacca invernale 3 in 1 dotata di corpetto autoportante adattabile a qualsiasi contesto, in classe 2 per l’alta visibilità, in conformità alla normativa UNI EN ISO 20471:2017, classe 4 per impermeabilità e traspirabilità, altamente protettiva con un peso contenuto. Tutte caratteristiche pensate per permettere agli addetti al recapito di svolgere sempre più efficacemente il loro ruolo al servizio della collettività, ruolo che è in continua evoluzione.

La distribuzione delle nuove divise ha coinvolto tutti i comuni della provincia che fanno capo ai 9 centri di distribuzione di Poste Italiane sparsi su tutto il territorio provinciale, ovvero Modena, Sassuolo, Vignola, Carpi, Formigine, San Felice sul Panaro, Pavullo nel Frignano, Mirandola, e Castelfranco Emilia. Un organico, quello dei portalettere della provincia di Modena, che è stato rafforzato negli ultimi due anni con ulteriori 121 assunzioni a tempo indeterminato per gestire gli incrementi dei volumi, in particolare per i pacchi legati al boom dell’e-commerce, che da stime previsionali si attesteranno nel periodo delle festività natalizie intorno al 50% in più rispetto ai periodi normali di attività.

Le divise si aggiungono ad altre dotazioni per i 325 postini della provincia di Modena, tra queste ci sono i nuovi palmari che permettono di offrire a domicilio servizi come il pagamento dei bollettini di conto corrente o l’invio di una raccomandata. Innovazioni che insieme alle consegne previste anche nel pomeriggio e nel fine settimana rendono sempre più ampia e flessibile l’offerta di Poste italiane.

Un servizio che a Modena e provincia è sempre più sostenibile anche per quanto riguarda la politica ambientale che l’azienda ha messo da tempo al centro dei suoi progetti di efficientamento energetico. In particolare, con l’obiettivo di diventare una azienda a “emissioni zero” entro il 2030, Poste Italiane sta progressivamente sostituendo il parco veicoli con modelli di nuova generazione a propulsione elettrica, ibrida ed endotermica a bassa emissione utilizzati per il recapito di pacchi e corrispondenza. 

Poste Italiane, consapevole del ruolo cruciale che i portalettere ricoprono nei grandi e piccoli centri, si impegna quotidianamente nello sviluppo della logistica legata all’e-commerce con l’obiettivo di rispondere a tutte le esigenze dei cittadini in termini di semplicità, velocita e facilità di accesso ai servizi.