sabato, Gennaio 13, 2024
HomeEmilia-RomagnaForlì, prevenzione: al liceo classico Morgagni 200 studenti hanno incontrato i medici...

Forlì, prevenzione: al liceo classico Morgagni 200 studenti hanno incontrato i medici dell’associazione  Loto OdV

(Sesto Potere) – Forlì – 13 gennaio 2024 – “Una giornata istruttiva e costruttiva l’incontro di oggi presso il liceo classico “G.B. Morgagni”  a Forlì. Oltre 200 giovani hanno incontrato i nostri medici, a scuola per condividere l’importanza della prevenzione! Un incontro (che ha ottenuto il patrocinio della Associazione Dino Amadori e dell’assessorato all’istruzione) dedicato a studenti  e insegnanti, organizzato dal comitato forlivese dell’associazione  Loto OdV, con la direzione scientifica del dottor Andrea Amadori. Come associazione abbiamo condiviso questo importante progetto: un’iniziativa che caratterizza da sempre la nostra mission volta a divulgare e sensibilizzare sull’importanza della prevenzione onco/ginecologica”: ha commentato Giovanni Amadori, presidente dell’ Associazione Dino Amadori

“Ringrazio tutte le volontarie Loto che rendono possibile realizzare sogni ed obiettivi come quello di oggi : solo sognando si possono raggiungere traguardi concreti come quello di questa mattina che , è stato caratterizzato da relazioni medico scientifiche del dott Andrea Amadori (vice presidente dell’Associazione Dino Amadori e coordinatore scientifico di Loto Odv), del dott. Maniglio, del dott. Farolfi e della dottoressa Curcio che hanno incantato la platea” di oltre 200 giovanissimi”: ha aggiunto Giovanni Amadori.

Nel corso del suo intervento il presidente dell’ Associazione Dino Amadori ha presentato la mission della Associazione: “portando  i saluti il sindaco Gian Luca Zattini che  da sempre è vicino e sensibile a temi come quelli di oggi e alle  nostre iniziative: Ritengo sia fondamentale creare una rete virtuosa tra le nostre Associazioni dialogando sempre con ogni contesto sociale, politico e culturale. L’obiettivo rimane lo stesso: sensibilizzare e divulgare messaggi come quello di oggi, qui, a scuola sulla strada percorsa e tracciata dal compianto Dino Amadori, mio padre e  fondatore dell’Istituto Oncologico Romagnolo e direttore scientifico emerito dell’Irst”.