venerdì, Dicembre 22, 2023
HomeEmilia-RomagnaA Castel Bolognese in forte crescita la raccolta differenziata

A Castel Bolognese in forte crescita la raccolta differenziata

(Sesto Potere) – Castel Bolognese (Ra) – 22 dicembre 2023 – Novità in arrivo per la raccolta porta a porta a Castel Bolognese, per proseguire lungo il percorso di miglioramento tracciato da Comune e Hera.

Dal 1° febbraio 2024 aumentano i passaggi per la raccolta di plastica/lattine e carta/cartone per le famiglie del Centro Storico e della Zona Residenziale, che saranno raccolti tutte le settimane e non più a settimane alterne.

Entro la fine di gennaio 2024 tutti i cittadini riceveranno un apposito volantino informativo che riporterà il nuovo calendario di raccolta; il calendario sarà scaricabile anche da App Rifiutologo.

Le modifiche dei servizi ambientali, accolte positivamente dai cittadini, hanno portato la raccolta differenziata di Castel Bolognese a fare un notevole salto in avanti, facendo centro con numeri in forte crescita.

Il completamento del servizio ha consentito dunque a tutto il territorio comunale di passare dal 38% del 2019 a oltre l’80% di oggi.

Numeri altissimi, nonostante le difficoltà rilevate nei mesi di maggio e giugno, a causa dell’alluvione.

“Rispetto a questi dati – commenta Ciro Lelli, responsabile ambiente area Ravenna Cesena di Hera –  occorre tenere alta l’attenzione sul rifiuto da conferire al servizio pubblico; in particolare è fondamentale la collaborazione dei cittadini a quali si chiede di non inserire materiali diversi da quelli previsti dalla raccolta differenziata prevista da calendario. Un positivo risultato, in termini di qualità, produce una vendita su libero mercato o consorzi di filiera, con conseguente contenimento delle tariffe. I comportamenti virtuosi dei cittadini che separano correttamente il rifiuto fino al rispetto dei giorni ed orari di conferimento favoriscono al massimo l’operatività dei soggetti addetti alla raccolta e la conseguente lavorazione negli impianti. Si ricorda che di recente la normativa sanzionatoria è stata allargata verso le utenze domestiche non solo con sanzioni amministrative ma anche penali soprattutto se trattasi di rifiuti pericolosi”.

Hera e Comune sottolineano la necessità da parte della cittadinanza di collaborare congiuntamente per il mantenimento dei risultati raggiunti e di promuovere tutti insieme una cultura di salvaguardia per il bene comune: l’Ambiente.