giovedì, Gennaio 11, 2024
HomeEmilia-RomagnaSmaltimento corretto dei rifiuti, sul territorio comunale di Cesena arriva un agente...

Smaltimento corretto dei rifiuti, sul territorio comunale di Cesena arriva un agente accertatore

(Sesto Potere) – Cesena – 11 gennaio 2024 – A partire dal 1° gennaio sul territorio comunale di Cesena è attivo un nuovo agente accertatore, aggiuntivo ai tre già impiegati su 17 Comuni del Cesenate, che effettua controlli sul territorio di Cesena nel corso della settimana, principalmente nelle giornate di esposizione e raccolta del rifiuto indifferenziato. 

“L’introduzione della tariffa puntuale e l’assoluta attenzione riservata ai corretti conferimenti di rifiuti – commenta l’Assessora alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi – rendono necessaria l’introduzione di una figura professionale formata che nel corso di questi mesi non solo affiancherà i cittadini informandoli sulle corrette modalità di conferimento ma agirà da controllore laddove si verificano illeciti e abbandoni scorretti. A fronte del significativo impegno e dell’interesse verso il tema del rispetto dell’ambiente che i cesenati stanno dimostrando concretamente, c’è chi continua ad assumere comportamenti scorretti e a conferire i propri rifiuti in modo casuale in prossimità dei contenitori. Tutto questo rischia di creare degrado diffuso, dare adito a comportamenti emulatori e, soprattutto, genera maggiori spese pubbliche conseguenti al supplemento di servizi necessario a ripulire quanto abbandonato. Nel corso del 2023 inoltre Formula Ambiente ha ripulito ben 650 postazioni di raccolta di rifiuti al fine di assicurare ordine e massima cura a queste aree urbane. Inoltre, nell’ambito di questa attività di controllo e decoro urbano, un ruolo importante è svolto dalle Guardie Ecologiche Volontarie, che ringraziamo”. 

Compito dell’agente è di monitorare i comportamenti degli utenti controllando le errate esposizioni di rifiuto eccedente e la volumetria del bidone assegnato. Inoltre fa tutoraggio, verifica se il rifiuto è conforme alla tipologia di raccolta, effettua controlli all’interno dei sacchi oggetto di scarichi abusivi  e di quelli gettati all’interno dei cassonetti stradali per la raccolta di potature, carta, plastica, vetro.

Allo stesso inoltre è richiesto di controllare periodicamente le raccolte porta a porta di organico e nelle case sparse con porta a porta integrale, anche le esposizioni di carta, plastica e vetro, verificando se il materiale è differenziato correttamente. In più, verbalizza i comportamenti scorretti segnalandoli alla Polizia Locale che poi provvede all’accertamento delle sanzioni ai trasgressori individuati. L’agente accertatore esclusivo inoltre, una volta effettuato il controllo sul contenuto dei sacchi oggetto di errati conferimenti o scarichi abusivi e dopo aver provveduto a verbalizzare il risultato dell’intervento, rimuove dall’area il rifiuto oggetto di ispezione caricandolo autonomamente nell’automezzo in sua dotazione lasciando pulito lo stato dei luoghi. 

Gli errati conferimenti vengono anche segnalati dagli operatori addetti alla raccolta tramite i bollini gialli che vengono applicati ai sacchi
 (che non vengono raccolti ma lasciati in strada) oppure nei bidoni esposti. L’utente vedendo la segnalazione con bollino giallo è tenuto a ritirare nei propri ambienti il rifiuto segnalato e non raccolto, provvedendo possibilmente ad una separazione corretta dei rifiuti differenziabili, per poi smaltirli correttamente nelle successive giornate dedicate. In casi particolari l’utente può chiamare il numero verde di HERA chiedendo la consulenza di un addetto che gli indicherà come procedere. 

Come ulteriore supporto al lavoro di Agenti Accertatori e Polizia Locale, è confermato anche per il 2024 la collaborazione con le Guardie ecologiche volontarie che, cinque giorni a settimana, svolgono sopralluoghi e servizi di vigilanza sul territorio legati a controlli sugli errati conferimenti di rifiuti e di educazione ai corretti comportamenti in ambito ambientale. Nel 2023 le GEV hanno pattugliato punti critici, proposto sanzioni e organizzato momenti di educazione ambientale in collaborazione con i Comuni, gli Enti parco e la Protezione civile regionale. Da gennaio a dicembre, nell’ambito dell’attività di vigilanza sul corretto conferimento dei rifiuti, sono stati compilati ben 9 verbali.

Dal nuovo anno inoltre si occupano anche di sensibilizzazione sulla corretta tenuta dei cani a passeggio.