lunedì, Gennaio 8, 2024
HomeEmilia-RomagnaReggio Emilia: festeggiato il 227° anniversario della nascita del Primo Tricolore. Il...

Reggio Emilia: festeggiato il 227° anniversario della nascita del Primo Tricolore. Il saluto di Mattarella e Meloni

(Sesto Potere) – Reggio Emilia – 7 gennaio – Reggio Emilia festeggia, oggi, la Giornata nazionale della Bandiera e il 227° anniversario della nascita del Primo Tricolore con il saluto video di Roberta Metsola, presidente del Parlamento europeo.

Alla celebrazione interverrà, per la lectio magistralis al teatro Municipale ‘Valli’, anche Ezio Mauro, giornalista, editorialista ed ex direttore di Repubblica.

Il programma della festa annuale del Tricolore – che celebra la nascita del vessillo avvenuta a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797 – prevede, subito dopo la sonata a distesa della Campana civica – alle ore 10 in piazza Prampolini la cerimonia di apertura delle Celebrazioni alla presenza del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e delle autorità civili e militari. Sono previsti gli Onori militari alle autorità, l’Alzabandiera e l’esecuzione dell’Inno nazionale.

Alle ore 10.45, in Sala del Tricolore (ingresso a invito), intervento di saluto del sindaco Luca Vecchi e consegna della Costituzione italiana a delegazioni di Associazioni interculturali aderenti alla Fondazione Mondinsieme e ad alcune scuole reggiane.

Alle ore 11.15, al Teatro Municipale Romolo Valli, il saluto di Roberta Metsola, presidente del Parlamento Europeo, e dialogo tra i sindaci delle città di Reggio Emilia, Bologna e Genova.

Seguirà la lectio magistralis di Ezio Mauro, giornalista, editorialista ed ex direttore di Repubblica.

Al termine dell’incontro al teatro Municipale, l’esibizione della Banda musicale della Guardia di Finanza.

Il presidente della Repubblica , Sergio Mattarella, (nella foto in alto tratta da Quirinale.it) ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Ricorre oggi il 227° anniversario della nascita, per volontà del Parlamento della Repubblica Cispadana, riunito a Reggio Emilia, del primo Tricolore rosso, bianco e verde. Radicandosi nelle tappe della storia d’Italia, è giunto sino ad oggi, simbolo della Patria. La Costituzione afferma, con l’articolo 12, il Tricolore come Bandiera della Repubblica, emblema del nostro Paese. In essa si identificano quei sentimenti di coesione e identità nazionale e quegli ideali di libertà, democrazia, giustizia sociale e rispetto dei diritti dell’uomo che sono le fondamenta della nostra comunità e animano la coscienza civile nelle sue varie espressioni. Del Tricolore, patrimonio di storia e cultura, andiamo, giustamente orgogliosi. In esso si riconoscono le concittadine e i concittadini stimolati nell’impegno di rendere vivi i valori della Costituzione. Viva il Tricolore, viva la Repubblica».

Anche la premier Giorgia Meloni ha celebrato la ricorrenza dichiarando: «Nella Giornata Nazionale della Bandiera celebriamo il nostro Tricolore, che da 227 anni ci accompagna. Con orgoglio ne omaggiamo i più alti valori, perché onorare la Bandiera italiana vuol dire anche conservare e custodire la nostra storia e le nostre radici. Viva la Bandiera italiana Viva l’Italia».