martedì, Gennaio 2, 2024
HomeEmilia-RomagnaPrefettura di Ravenna, conferenza stampa di fine anno: ecco l'attività svolta nel...

Prefettura di Ravenna, conferenza stampa di fine anno: ecco l’attività svolta nel 2023

(Sesto Potere) – Ravenna – 2 gennaio 2024 – Si è svolta in Prefettura a Ravenna la tradizionale conferenza stampa di fine anno per un bilancio dell’attività svolta nel corso del 2023 dalla Prefettura e dalle Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco e Guardia Costiera / Capitaneria di Porto. Alla Conferenza hanno partecipato oltre al Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, i vertici delle Forze di Polizia, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e della Capitaneria di Porto.

  Un anno segnato dai tragici eventi alluvionali del maggio scorso e dal terribile fortunale del mese di luglio.

E’ stato un 2023 complicato – ha dichiarato il Prefetto di Ravenna – tutta la Provincia è stata devastata da ben due alluvioni che hanno messo in ginocchio Famiglie ed Imprese. Ma ancora una volta i Cittadini Ravennati hanno dimostrato grande capacità di reazione ed esaltato un sistema diffuso di solidarietà. Il forte spirito di coesione tra tutte le Istituzioni e il Mondo Associativo e Produttivo è stato decisivo per superare i momenti più difficili. Ci auguriamo – ha concluso il Prefetto – che il 2024 sia l’anno della svolta, che possa segnare la ripresa dei Settori più colpiti dall’Emergenza Alluvionale “.

  Il Prefetto ha ricordato l’attività svolta sul fronte dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica con ben 44 riunioni svolte nel corso dell’anno tra Comitato Provinciale e Riunioni Tecniche di Coordinamento, dove sono state affrontate tante problematiche che impattano sulla vita dei cittadini (criminalità comune, degrado urbano, malamovida, spaccio di sostanze stupefacenti, reati predatori).

Proprio sul fronte della criminalità predatoria saranno concentrati nelle prossime settimane le attività del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che ha fatto registrare nel secondo semestre 2023 una ripresa dei furti (+ 3.4%), in particolare di quelli in abitazione, dopo il positivo andamento registrato nel primo semestre, anche se complessivamente il 2023 si chiude con una diminuzione dei reati in generale (-3.3%) e delle rapine (-20.7%); molto rassicurante invece la situazione a Cervia dove si è registrato un -36% di furti in abitazione rispetto al 2022.

“Chiederò uno sforzo ulteriore su questo fronte alle Forze di Polizia – ha affermato il Prefetto De Rosa – alle quali va comunque il mio ringraziamento per gli importanti risultati ottenuti in questo anno, con tante operazioni ed arresti di delinquenti e pregiudicati. Non dimentichiamoci la conformazione di questo territorio che vede Ravenna seconda solo a Roma per estensione e con autori di questi reati che spesso provengono da altri territori limitrofi.”

  Sul fronte antimafia il Gruppo Interforze della Prefettura ha svolto 147 istruttorie ed alcune situazioni sono “attenzionate” e potrebbero portare a sviluppi sul fronte delle interdittive antimafia. Sono state rilasciate complessivamente 2270 comunicazioni e 3360 informazioni antimafia, 63 le richieste di iscrizioni nella White List Provinciale e 300 le richieste di rinnovo.

  Sottoscritti nel corso dell’anno i seguenti Protocolli e Accordi: “Mille occhi sulle città”, con gli Istituti di Vigilanza, Enti Locali e Forze dell’Ordine; “Contrasto delle truffe agli anziani” con il Comune di Ravenna (18.500 euro); “Sicurezza nelle discoteche”, con Associazioni di Categoria, Sindaci e Forze dell’Ordine; “Sicurezza nei Pronto Soccorso” con l’Ausl Romagna e Forze dell’Ordine; e “Contro la Violenza di genere”, con l’Istituzione di due Tavoli in Prefettura e Procura e la costituzione di un Gruppo di Lavoro formato da esperti del fenomeno.

       In tema di Protezione Civile sono stati aggiornati o predisposti molti Piani importanti, come per esempio: Ricerca delle Persone Scomparse; Difesa Civile; Gestione emergenza radiologica e nucleari; Siti di stoccaggio e trattamento rifiuti; e Viabilità per rischio neve.

       Complessivamente sono state coordinate 107 operazioni di disinnesco di ordigni residuati bellici inesplosi per 260 ordigni di cui 3 bombe di aereo.

       Sul fronte immigrazione sono stati accolti nei Centri di Accoglienza Straordinaria gestiti dalla Prefettura 2670 cittadini stranieri e di questi oggi risultano presenti 1366, di cui 1142 richiedenti asilo e 224 profughi ucraini.

Sono 92 i CAS in Provincia gestiti da 11 Enti che operano in convenzione con la Prefettura.

Sono stati 6 gli sbarchi da navi ONG giunte nel Porto di Ravenna e a giorni potrebbe essercene un settimo della Nave “Geo Barens”.

Infine in tema di violazione del Codice della Strada sono state ritirate complessivamente 1078 patenti: 702 per guida in stato di ebrezza, 21 per uso di stupefacenti, 16 per eccesso di velocità e 339 per altre violazioni (divieto di sorpasso, circolazione contromano e uso del cellulare durante la guida).

  A margine della Conferenza sono stati sottoscritti con i Sindaci di Alfonsine      Riccardo Graziani e Massa Lombarda Daniele Bassi due Protocolli d’Intesa per       “Scuole Sicure” 2023/2024, che prevedono contributi del Ministero dell’Interno       per circa 25 mila euro complessivi da utilizzare per iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli Istituti Scolastici.