giovedì, Gennaio 11, 2024
HomeBolognaIl Comune di Bologna propone ai giovani i viaggi di coscienza, prima...

Il Comune di Bologna propone ai giovani i viaggi di coscienza, prima tappa i campi profughi Saharawi

(Sesto Potere) – Bologna – 10 gennaio 2024 – Saranno i campi profughi Saharawi, nel deserto algerino, ad ospitare il primo dei viaggi di coscienza che il Comune di Bologna propone ai giovani nel 2024.
Una tradizione, quella del viaggio come strumento di scoperta e arricchimento culturale che l’Ufficio Giovani di Palazzo d’Accursio porta avanti dal 1983 e che, in oltre 40 anni, ha permesso a oltre 60 mila giovani di visitare 48 Paesi e 352 città.

Un’iniziativa che ora si rinnova e potenzia: si parte il prossimo febbraio dai campi profughi Saharawi a circa un’ora di distanza da Tindouf, in Algeria, per conoscere la storia di uno dei tanti popoli del mondo popolo che non ha diritto ad una terra.
Dieci giorni durante i quali le ragazze e i ragazzi saranno alloggiate/i presso le famiglie locali, nelle tende tradizionali, e visiteranno e conosceranno i progetti avviati dalle associazioni che lavorano sul territorio. In concomitanza con il soggiorno si terrà anche la Sahara Marathon, una corsa di solidarietà nel deserto, che ha lo scopo di portare all’attenzione della comunità internazionale la situazione sociale e politica della popolazione Saharawi.
Tutti i fondi raccolti durante il progetto serviranno a creare un’economia circolare nei campi profughi e saranno distribuiti tra gli abitanti locali. Anche le famiglie che offrono ospitalità ai partecipanti riceveranno un aiuto economico per l’autosostentamento.

“Con i viaggi di coscienza vogliamo riaffermare il diritto e il dovere di viaggiare per conoscere e interrogarsi – afferma il delegato alle politiche giovanili e agli scambi internazionali, Mattia Santori – “come Comune di Bologna ci impegniamo a proporre ai nostri giovani periodicamente una destinazione di frontiera, in Italia e all’estero, in collaborazione con le tante associazioni bolognesi che si occupano di missioni umanitarie e diritto internazionale. Saranno esperienze di crescita fondamentale per le ragzze e i ragazzi e occasioni di confronto preziose per la nostra comunità”.

I posti disponibili sono otto e le candidature sono aperte a giovani di età compresa fra i 18 e i 25 anni residenti o domiciliati nella città metropolitana di Bologna.
La partenza è prevista per il 22 febbraio da Roma e il rientro per il 2 marzo. C’è tempo fino al 17 gennaio per candidarsi sul sito di Flashgiovani.

Per info e iscrizioni: https://flashgiovani.it/el-ouali-viaggio-campi-profughi-saharawi , giramondo@comune.bologna.it