giovedì, Dicembre 21, 2023
HomeEmilia-RomagnaForlì, ex Eridania: al via lavori di manutenzione straordinaria della componente vegetativa

Forlì, ex Eridania: al via lavori di manutenzione straordinaria della componente vegetativa

(Sesto Potere) – Forlì, 21 dicembre. L’ex Eridania è uno dei grandi asset strategici della città di Forlì; un’area un tempo dismessa e vittima del degrado che l’Amministrazione comunale ha acquisito il febbraio scorso con l’obiettivo di riqualificarla e metterla in sicurezza nel più breve tempo possibile.

Da qualche settimana, per un importo complessivo di 100 mila euro, sono partiti i lavori di manutenzione straordinaria della componente vegetativa e rimozione e sostituzione di parte della recinzione perimetrale.

“Il sindaco Zattini lo aveva annunciato tempo fa” – spiega l’assessore Giuseppe Petetta. “Prima di ragionare in maniera concreta sulla parte progettuale di recupero dell’edificio, era necessario avviare un primo intervento di manutenzione straordinaria dell’intera area per ripulirla da alberature infestanti, rimuovere situazioni di pericolo e garantire l’accessibilità al sito da parte di personale tecnico e studiosi.”

“Il progetto” – aggiunge Petetta – “prevede in prima battuta interventi con mezzi meccanici e a mano di decespugliamento e disboscamento di essenze vegetali spontanee, sfalcio della vegetazione erbacea o infestante che pregiudica l’igienicità e la sicurezza dell’area, con l’obiettivo di ripristinare i luoghi per il libero passaggio delle persone e lo svolgimento delle attività manutentive e di presidio. Una volta fatto questo, procederemo con la messa in sicurezza della recinzione perimetrale lungo via Gorizia e in adiacenza a fabbricati privati ed edifici pubblici confinanti con l’intero complesso, che prevede condizioni di instabilità, discontinuità e varchi pericolosi.”

“I lavori in corso costituiscono un primo passo necessario per garantire ad un’area urbana di notevoli dimensioni, a ridosso del centro storico, una condizione di decoro e sicurezza che permetta alla comunità intera di fruirne per visite di studio e progettuali.”