martedì, Aprile 2, 2024
HomeEmilia-RomagnaEx Farmografica di Cervia (Ra): stop ai 87 licenziamenti e 6 mesi...

Ex Farmografica di Cervia (Ra): stop ai 87 licenziamenti e 6 mesi di Cassa integrazione. Colla: “Evitato il precipizio”

(Sesto Potere) – Bologna – Chiusa la procedura di licenziamento collettivo per gli 87 lavoratori della MM Packaging, ex Farmografica, di Cervia in provincia di Ravenna. Richiesti al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sei mesi di Cassa integrazione straordinaria per cessazione dell’attività a partire da lunedì 1^ aprile. E meccanismi condivisi, comprensivi di incentivi, per la mobilità volontaria dei lavoratori.

Sono questi, in sintesi, i punti principali dell’accordo sottoscritto il 29 marzo a Bologna nella sede della Regione, a Bologna, tra i rappresentanti dell’azienda austriaca Mayer-Melnhof Packaging Italy Srl, dalle Rsu aziendali e dai sindacati di categoria.

L’intesa è stata sottoscritta alla presenza dell’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, del Prefetto di Ravenna, Castrese De Rosa, dell’assessore del Comune di Cervia, Michela Brunelli, e in rappresentanza del presidente della Provincia di Ravenna, l’assessore Giovanni Grandu.
Dopo la sigla è stata trovata un’intesa per la sottoscrizione di un apposito accordo in sede governativa e alla presenza della Regione Emilia-Romagna per il trattamento straordinario di integrazione salariale per le imprese in crisi, la Cigs per cessazione dell’attività.

“Oggi abbiamo fatto un passo in avanti per dare sicurezze ai lavoratori, dopo mesi di incertezze- ha commentato Colla-. Evitato il precipizio dei licenziamenti, abbiamo guadagnato il tempo che servirà a trovare una soluzione che, puntando alla continuità aziendale, salvaguardi sia il sito produttivo che l’occupazione. Questo è oggi un risultato maggiormente raggiungibile, anche alla luce della disponibilità del commissario Figliuolo a valutare positivamente la possibilità di riconoscere il contributo previsto per le aree alluvionate, nel caso di cessione del ramo d’azienda in continuità produttiva”.

La scorsa settimana, il commissario per la Ricostruzione, generale Paolo Francesco Figliuolo, nel corso di un incontro a Bologna in viale Aldo Moro aveva accolto la richiesta delle Istituzioni e dei sindacati a riconoscere i risarcimenti a un nuovo imprenditore, nonché la disponibilità a coprire l’eventuale divario fra il danno ai macchinari e la quota già versata dall’assicurazione e per aver garantito un canale preferenziale per velocizzare i tempi dell’erogazione.

“E comunque a prescindere da quanto sopra, qualsiasi passaggio di proprietà deve prevedere che a partire dal cedente si creino tutte le condizioni necessarie affinché gli eventuali soggetti interessati all’acquisto siano in grado di dare continuità industriale e sociale. Condizioni entrambe imprescindibili”, ha aggiunto Colla.

L’accordo siglato il 29 marzo a Bologna prevede anche una regolamentazione dei rapporti tra impresa e lavoratori nel caso ci sia una acquisizione del ramo d’azienda e trasferimento del personale o se ciò non avvenga.

Inoltre, come strumento aggiuntivo per sostenere il ricollocamento del personale, la società si impegna ad aderire ai programmi di politiche attive della Regione Emilia-Romagna.

La Cigs richiesta da MM Packaging si applicherà a tutti i dipendenti aventi diritto, con sospensione dell’attività lavorativa fino a zero ore e pagamento diretto da parte dell’Inps.