venerdì, Maggio 3, 2024
HomeBolognaEcco 'Fabbrica Europa': Confindustria presenta documento in 10 punti in vista delle...

Ecco ‘Fabbrica Europa’: Confindustria presenta documento in 10 punti in vista delle elezioni UE

(Sesto Potere) – Bologna/Padova – 3 maggio 2024 – Il 14 maggio prossimo si terrà a Padova l’incontro: “Fabbrica Europa. Le proposte di Confindustria per le elezioni europee”, promosso dalle Confindustrie Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Veneto, insieme alla Delegazione di Confindustria presso l’Unione europea e al Consiglio delle Rappresentanze Regionali di Confindustria.

Un titolo che contiene già il messaggio: “Fabbrica Europa”. Fabbrica perché il futuro della Ue è legato al Rinascimento dell’industria europea e perché occorre una fabbrica di idee per costruire un’Europa più prospera, equa e sostenibile, cioè più competitiva, abbandonando l’approccio ideologico emerso negli ultimi anni e confrontandosi su soluzioni concrete, ambiziose, cantierabili.

L’iniziativa, che avrà luogo presso l’Hotel Four Points Sheraton alle ore 14.00, è promosso dalle Confindustrie Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Veneto, insieme alla Delegazione di Confindustria presso l’Unione europea e al Consiglio delle Rappresentanze Regionali di Confindustria.

Sarà l’occasione per illustrare “Fabbrica Europa”, il documento programmatico di Confindustria in vista delle prossime elezioni, e intraprendere un confronto sui temi strategici per l’industria con i candidati della circoscrizione Nord Est alle prossime elezioni europee e i parlamentari europei uscenti.

Introdurrà il dibattito con gli imprenditori la Presidente di Confindustria Emilia-Romagna Annalisa Sassi. (nella foto in alto)

Il documento di Fabbrica Europa, è frutto di una consultazione capillare con tutto il Sistema Associativo delle Confindustrie che hanno contribuito con osservazioni e proposte concrete, e  contiene una serie di raccomandazioni puntuali divise in dieci grandi capitoli, con un unico comun denominatore: rimettere l’industria al centro dell’agenda europea, costruendo una forte politica industriale che rilanci la competitività delle imprese.

Carlo Bonomi

Questi i dieci temi chiave indicati da Confindustria:

  1. essere competitivi con il resto del mondo;
  2. politiche europee per la competitività dell’industria nella transizione verde;
  3. politiche Ue per la transizione digitale;
  4. il rafforzamento del mercato interno;
  5. trasporti e infrastrutture;
  6. equilibrio di bilancio, politica di coesione e investimenti a sostegno della competitività;
  7. un modello sociale Ue inclusivo, sostenibile e competitivo;
  8. regole di concorrenza: concentrazioni e aiuti di Stato;
  9. ricerca, innovazione e proprietà intellettuale;
  10. legiferare meglio per sostenere la competitività delle imprese.

L’Europa ha un ruolo fondamentale per la vita delle imprese italiane e Confindustria ha sempre riconosciuto questo ruolo e investito per fare ascoltare la voce delle imprese italiane a Bruxelles, impegnandosi in un dialogo costruttivo con tutte le istituzioni europee e stabilendo un dialogo strutturato con le principali altre Confindustrie europee, a partire dalla BDI tedesca e dal MEDEF francese.

“Il prossimo Parlamento sarà chiamato a prendere decisioni vitali per la Ue, è importante che si riappropri del suo ruolo politico che a volte è stato sottratto dalle ingerenze delle Commissioni. Sono urgenti interventi di politica industriale: purtroppo la nostra impressione è che il ceto politico non abbia la consapevolezza di questa urgenza.”: ha detto  il presidente di Confindustria Carlo Bonomi (nella foto a lato) in occasione della precedente presentazione del documento “Fabbrica Europa” illustrato – oltre a Padova – a  a Torino, Milano, Bologna, Genova, Roma, Ancona, Napoli, Bari e Palermo.