giovedì, Dicembre 14, 2023
HomeBolognaCrevalcore (Bo), vertenza Marelli. Nuovo vertice tra il governatore Bonaccini e i...

Crevalcore (Bo), vertenza Marelli. Nuovo vertice tra il governatore Bonaccini e i sindacati dello stabilimento

(Sesto Potere) – Bologna – 14 dicembre 2023 – Massimo sostegno ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali finché non sarà trovata una soluzione positiva alla vertenza che coinvolge lo stabilimento Marelli di Crevalcore. A ribadirlo il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che questa mattina in Viale Aldo Moro a Bologna, ha nuovamente incontrato, insieme all’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, le rappresentanze sindacali dell’azienda: Massimo Mazzeo (Fim), Simone Selmi (Fiom), Giuseppe Di Stefano (Uilm) e Mariagrazia VitelloSalvatore ParlatoMimmo LisiFrancesco Simeri e Sergio Manni delle Rsa.

Un aggiornamento alla luce del vertice di ieri a Roma al tavolo del ministero delle Imprese e del Made in Italy.

“L’incontro di oggi rappresenta un momento di aggiornamento importante della situazione, perché siamo in un passaggio cruciale. Da parte nostra- hanno ribadito Bonaccini e Colla– confermiamo e anzi rafforziamo la volontà della Regione Emilia-Romagna di restare al fianco dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali in questa vertenza. Il nostro obiettivo non cambia: evitare la cessazione della produzione, salvaguardare il sito produttivo e dare risposta a tutti i lavoratori. Finché non avremo certezza di questi risultati, la nostra attenzione sarà massima. Le proposte di acquisizione che sono in fase di valutazione rappresentano opportunità importanti: prevederebbero investimenti economici rilevanti e coerenti con quanto ci aspettiamo dal punto di vista dell’impatto sociale, risposte necessarie per confermare il livello di professionalità e competenza del sito di Crevalcore”.

Dunque, hanno proseguito Bonaccini Colla, “prosegue serrato il confronto con la proprietà e con il Governo, affinché si possa arrivare il prima possibile a un risultato positivo”.

I tempi condivisi anche con il Governo prevedono che l’11 gennaio ci sia la presentazione dei nomi degli investitori e dei relativi piani industriali e a fine febbraio si arrivi al negoziato finale e alla scelta dell’acquirente.

La crisi dello stabilimento Marelli di Crevalcore arriva a cinque anni dal passaggio dell’azienda da Stellantis alla giapponese Calsonic Kansei, controllata dal fondo americano Kkr, avvenuto nel 2018. Il sito è oggi impegnato nella produzione di collettori di aspirazione aria e di pressofusi di alluminio, entrambi componenti essenziali per motori. I lavoratori coinvolti sono 229.