venerdì, Gennaio 5, 2024
HomeEmilia-RomagnaCesena, Comune proroga trasporto pubblico a chiamata e amplia la rete delle...

Cesena, Comune proroga trasporto pubblico a chiamata e amplia la rete delle fermate

(Sesto Potere) – Cesena – 5 gennaio 2024 – Vista la particolare richiesta di utilizzo del servizio di trasporto pubblico a chiamata, l’Amministrazione comunale di Cesena proroga “BusSì” fino al 6 giugno al costo di 0,50 centesimi a corsa (resta invece gratuito per i possessori di un abbonamento tpl) e amplia la rete delle fermate con ulteriori due a Lizzano, in prossimità di Villa Silvia Carducci e del museo Musicalia, e a Ronta, in corrispondenza dell’accesso principale al centro sportivo di via Ravennate. Dall’avvio del nuovo servizio ad oggi sono 8160 i cittadini (con una media di 110 passeggeri a settimana) che hanno utilizzato “Bussì” prenotando direttamente da casa e raggiungendo, nell’orario richiesto, la destinazione.  

“Nel corso del tempo – commenta l’Assessora alla Mobilità sostenibile e viabilità Francesca Lucchi – le esigenze di mobilità dei cittadini sono cambiate ed è per questa ragione che nell’ambito di una più ampia riorganizzazione della mobilità urbana abbiamo introdotto il servizio di trasporto pubblico a chiamata che soddisfa con flessibilità le richieste espresse dalle diverse categorie di utenti, soprattutto da coloro che

non hanno a disposizione un proprio mezzo per spostarsi oppure dei giovanissimi che, nelle ore pomeridiane, hanno necessità di raggiungere i centri sportivi. Sulla base delle richieste presentate agli uffici competenti abbiamo così pensato di incrementare il numero delle fermate prevedendone ulteriori due a Villa Silvia Carducci, polo museale didattico particolarmente frequentato dalle famiglie e dai giovanissimi, che nel parco svolgono attività di diverso tipo, e a Ronta, per i frequentatori della piscina”. 

Con il progetto “BusSì” il Comune di Cesena persegue l’obiettivo, previsto nel più ampio scenario del Piano urbano della Mobilità sostenibile  e del progetto denominato “E pur ti muovi!” di sviluppare nuove forme di mobilità andando a stimolare comportamenti più sostenibili. Questa  prima fase del servizio è sperimentale, sarà perciò molto importante il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, primi fra tutti gli utilizzatori. Sulla base dell’utilizzo che ne faranno i cittadini, ai loro suggerimenti e al loro gradimento, l’Amministrazione comunale valuterà future modifiche. 

Il servizio è svolto da 2 autobus da 12 posti, con la possibilità di accesso da parte persone in carrozzina. La richiesta di accesso con veicolo attrezzato viene gestita dall’applicazione. Le fermate sono riconoscibili dalla presenza di un pannello appositamente realizzato per individuare il servizio. Il servizio è attivo nei giorni feriali (dal lunedì al sabato) dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 19. 

Ma come funziona? Gli utenti potranno scaricare l’applicazione “Mystart” sul telefono (è disponibile gratuitamente per Ios e Android) con lo scopo di prenotare in tempo reale il servizio dalla fermata attiva più vicina fino alla fermata di destinazione oppure prenotare un itinerario per un giorno stabilito. Il sistema invierà notifiche dettagliate all’utente informandolo circa i tempi di attesa, durata del percorso e localizzazione del mezzo in arrivo.