Zappaterra (Pd): “Regione E-R sostiene famiglie e imprese in una fase storica difficile”

0
94

(Sesto Potere) – Bologna – 21 luglio 2021 – La Regione Emilia-Romagna ha i conti in ordine nonostante le minori entraste registrate nel 2020 e le spese necessarie per ristorare molte categorie colpite dalla crisi post-pandemica. Nella sessione di bilancio che culmina con l’approvazione dell’ assestamento al Bilancio 2021, l’Emilia-Romagna conferma la volontà di non incidere sulle tasche dei cittadini, ma di agire risparmiando e riorganizzando le proprie spese al fine di concentrare i propri sforzi economici e finanziari al sostegno di imprese e famiglie.

“La manovra ha un valore complessivo di circa mezzo miliardo di euro, abbracciando ovviamente tutti i settori delle politiche regionali. Sintetizzando al massimo, possiamo confermare che i pilastri degli interventi dell’Emilia-Romagna sono per il consolidamento di politiche sanitarie e sociali, il sostegno al trasporto pubblico e alle imprese, con particolare attenzione al turismo. Per privati e aziende, puntiamo ad alleggerire la Tari” spiega la capogruppo Pd in Assemblea Legislativa Marcella Zappaterra.

“Il Partito Democratico, infine, con tre emendamenti da 700mila euro ciascuno, ha proposto di destinare oltre 2 milioni di euro di avanzo su tre voci: imprenditoria femminile, autismo, disagio adolescenziale. – riporta Zappaterra prima di alcune considerazioni finali – La crisi che è iniziata nel 2020 ha colpito tantissime categorie e i suoi strascichi si faranno sentire a lungo. Non possiamo però ignorare che alcuni hanno sofferto più di altri ed è necessario non solo correre ai ripari, ma rilanciare. I nostri emendamenti vanno in questa direzione: il benessere psicofisico di giovani e adolescenti, di persone fragili e il protagonismo delle donne nell’economia e nel lavoro sono al centro della nostra sensibilità e del nostro interesse”.