Zanetti e Dori: “Anche a Forlì la Lega non mantiene le promesse: aliquote Imu-Tasi ai massimi”

0
380
dori e zanetti ph Eraldo Taioli

(Sesto Potere) – Forlì – 30 luglio 2020 – Lodovico Zanetti, già candidato alle Regionali per la lista “Emilia-Romagna Coraggiosa”, e Marco Dori, coordinatore dell’associazione culturale “Il progresso delle idee”, commentano l’esito della delibera approvata nell’ultima seduta del consiglio comunale di Forlì: “Mentre a Roma Salvini si sbraccia perché le tasse vengano posticipate, ridotte, abbonate, calmierate, stante la situazione economica dovuta al Covid, a Forlì la giunta Zattini , di cui il partito ex-padano è socio di maggioranza, mantiene le aliquote Imu-Tasi ai livelli più alti consentiti”.

dori e zanetti ph Eraldo Taioli

Scrivono Zanetti e Dori, che satiricamente parlano di: “un imbarazzante caso di personalità multiple politiche della Lega”.

Un mancato taglio delle aliquote effettuato, notano i due, “dopo aver promesso, per altro, consistenti tagli in campagna elettorale (e in questo c’è consonanza anche con il nazionale, visto che il segretario leghista aveva promesso il taglio delle accise sulla benzina al primo consiglio dei ministri, salvo poi non effettuarlo!) e aver comunicato che la precedente giunta di centrosinistra ha lasciato una congrua disponibilità di cassa, che avrebbe consentito un taglio con un risparmio significativo per i forlivesi, già provati, economicamente,  dal lockdown”.

“Se poi si aggiunge che certi capitoli di spesa del bilancio sono discutibili, dai 100 mila euro e oltre spesi per illuminare i campanili della diocesi, o quelli per organizzare un drive-in estivo in aeroporto, in perfetto stile panem et circenses,  la cosa assume contorni, per il centrodestra,  imbarazzanti. Tant’è che alcuni esponenti (in teoria) di maggioranza hanno votato contro questa scelta, o espresso la loro contrarietà a mezzo stampa”: concludono Lodovico Zanetti e Marco Dori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here