Violenza contro le donne, Bologna: seduta solenne consiglio comunale

0
261

(Sesto Potere) – Bologna – 23 novembre 2020 – Il 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne,  ricorre quest’anno in una situazione segnata dalle ricadute della pandemia da Covid-19. Dalla fase del lockdown, all’impatto economico e sociale delle misure necessarie al contenimento del contagio, istituzioni e associazioni hanno affrontato l’acuirsi della violenza domestica e delle discriminazioni contro le donne, cercando di mettere in campo nuovi strumenti. Significativamente, si intitola Vicine di case la XV edizione del festival La violenza illustrata organizzato dalla Casa delle donne per non subire violenza

Oggi, lunedì 23 novembre alle 13, si terrà la seduta solenne del Consiglio comunale dedicato alla celebrazione della Giornata. La seduta si terrà in videoconferenza e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna. Dopo i saluti e l’introduzione della presidente del Consiglio comunale Luisa Guidone, interverranno Francesca Ferrandino, Prefetto di Bologna e Elsa Antonioni, vicepresidente della Casa delle Donne per non subire violenza. Le conclusioni saranno affidate a Susanna Zaccaria, assessora alle Pari opportunità e differenze di genere, con delega al Contrasto alle discriminazioni e lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori. In mattinata, l’assessora e la presidente del Consiglio deporranno una corona di fiori alla targa nel Cortile d’Onore di Palazzo d’Accursio dedicata alle donne vittime di violenza. 

Il Comune di Bologna, ufficio Pari opportunità, in collaborazione con la Città Metropolitana hanno coinvolto le farmacie del territorio associate a Federfarma e le farmacie Lloyds di Bologna e area metropolitana in una iniziativa di informazione alla cittadinanza sull’attivazione dei servizi di protezione per le donne vittime di stalking o di violenza.

Lloyds farmacie emetteranno fino al 30 novembre, uno scontrino fiscale che riporterà il numero verde antiviolenza 1522, mentre le farmacie associate a Federfarma distribuiranno dei segnalibri recanti lo stesso numero ed esporranno una locandina con i numeri dei centri antiviolenza presenti nell’area metropolitana di Bologna.

L’Istituto Storico Parri, in collaborazione con il Comune – ufficio Pari opportunità e la Compagnia del Teatro dell’Argine hanno realizzato il progetto Voli di farfalle. ll 25 novembre  alle 10, alle 12 e alle 15 saranno lanciate sulla pagina Facebok dell’istituto tre storie di donne che non si sono arrese alla violenza: le sorelle Mirabal, Marielle Franco e Franca Viola. 

Nei giorni scorsi il Comune di Bologna e il Centro senza violenza hanno presentato i dati dei primi tre anni di attività del centro rivolto agli uomini maltrattanti che vogliono smettere, nato da un protocollo rinnovato per altri tre anni fino al 2023. 

A Bologna e nel territorio metropolitano sono numerose le iniziative organizzate per sensibilizzare i cittadini sul tema della violenza di genere e creare così le basi per un cambiamento profondo: qui il calendario on line sul sito della Città metropolitana