(Sesto Potere) – Tredozio – 22 luglio 2021 – “Mentre il Governo, proprio in queste ore, sta valutando le regole per l’introduzione ad ampio raggio del Green Pass per accedere a luoghi, come i locali al chiuso, e servizi, il Presidente della Camera Roberto Fico si dichiara contrario all’ipotesi di richiederlo a noi parlamentari per consentire l’accesso in Parlamento. La trovo una posizione incomprensibile: se il Governo vuole imprimere un’accelerata sul Green Pass noi parlamentari dobbiamo dare il buon esempio ed essere pronti a ottenerlo ed esibirlo”: così l’on. Simona Vietina, deputato di Coraggio Italia e Delegato d’Aula per il partito (nella foto in alto, ndr), nonché sindaco di Tredozio.

“Non stiamo forse imponendo a medici e personale della scuola di completare il ciclo vaccinale e ottenere il green pass a pensa della sospensione dello stipendio? Bene, allora altrettanto si faccia con tutti i parlamentari. E non mi si venga a parlare di scorciatoie, con il Green Pass annacquato per chi ha ricevuto una sola dose: in questo momento opportunità per concludere il ciclo vaccinale non mancano, così come le dosi. A tutti i miei colleghi dico: vacciniamoci e sì al Green Pass per entrare in Parlmento”: aggiunge Simona Vietina.

“È un problema anche di senso e dovere civico, oltre che di rispetto per le fasce più deboli: se tutti gli adulti si fossero vaccinati, ad esempio, i bambini di qualunque età sarebbero pressoché al sicuro senza vaccino. E invece, grazie a una fetta di popolazione che sceglie di non vaccinarsi, in futuro saremo costretti a vaccinare anche i piccoli e piccolissimi”: conclude il deputato di Coraggio Italia.