Vicenda Sirio, Greco (Ugl terziario Ravenna): “Attiveremo ogni iniziativa a tutela dei lavoratori”

0
213

(Sesto Potere) – Ravenna – 17 giugno 2021 – Sirio Spa, società ravennate quotata in Borsa e specializzata nella gestione del catering commerciale, con decine di punti vendita in Emilia-Romagna e in altre parti d’Italia tra gestione di alcune aree di servizio  autostradali, aeroporti, ospedali oltre al franchising di brand nazionali e internazionali, ha depositato il ricorso per un “concordato preventivo con riserva”.

Il Tribunale di Bologna lo ha autorizzato come misura di immediata protezione degli asset e della continuità aziendale, nell’interesse della società, dei suoi stakeholder e della conservazione dei livelli occupazionali, funzionale al superamento, là ove si realizzino le condizioni e i presupposti, della crisi in cui si trova la società, anche attraverso, eventualmente, operazioni straordinarie sul capitale sociale.

tribunale di bologna

Due mesi fa lo stesso Tribunale di Bologna aveva  revocato il CdA dell’azienda nominando un amministratore giudiziario con poteri di verifica della situazione contabile, economico e finanziaria.

“La procedura del “concordato preventivo con riserva” è stata adottata per evitare il fallimento della Sirio Spa e tutelare il personale attualmente impiegato nei vari punti vendita”: spiega il segretario provinciale dell’ Ugl terziario di Ravenna, Giuseppe Greco (nella foto in alto).

La società è al centro anche di indagini della magistratura che indaga su conti e bilanci.

“Come sindacato valutiamo questa situazione aziendale come ‘poco rassicurante’. L’Ugl sin dall’inizio del 2019 aveva fatto presente alla direzione i molteplici aspetti normativi, economici e di tutela della dignità del lavoratore che non erano rispettati fino in fondo. Oggi , che s’è arrivati ad una svolta giudiziaria, ci impegniamo a vigilare su tutti i passaggi che saranno fatti dalle autorità competenti per salvaguardare ogni singolo posto di lavoro. Seguiremo l’evolversi della situazione in Tribunale e adotteremo ogni misura cautelativa, giuslavoristica e legale che si riterrà necessaria a tutela della forza lavoro e della funzione e dell’immagine stessa sindacale”: conclude il segretario provinciale dell’ Ugl terziario di Ravenna, Giuseppe Greco.