Via Emilia Bis, Europa Verde Forlì: “Idea sbagliata nata senza partecipazione e discussione”

0
162
i verdi di fc

(Sesto Potere) – Forlì, 7 settembre. –  Torna al centro del dibattito politico-amministrativo il progetto della cosiddetta Via Emilia Bis, il collegamento veloce tra le città di Forlì e Cesena che dovrebbe nascere con fondi Anas. La realizzazione di questa infrastruttura sarebbe tornata tra le priorità dei sindaci di Cesena e di Forlì, Enzo Lattuca, e Gian Luca Zattini. che ne hanno parlato in alcune interviste. 

Anas lavori

Ed Europa Verde Forlì, con un comunicato stampa, commenta: “Le idee sbagliate non muoiono mai, ogni volta accompagnate da proclami e grandiose prospettive di sviluppo. Il testimone è passato dal sostenitore di una autostrada a pagamento del costo di 250 milioni di euro, premiato dalla elezione a consigliere regionale, fino all’attuale tracciato invocato dai nuovi amministratori, privo anch’esso di fondamento. Certo il cesenate Lattuca è interessato a scaricare il suo traffico sulla vicina Bertinoro, e Zattini, che non ha alcuna competenza in questione (essendo l’opera prevista al di fuori del territorio comunale) è interessato ad ogni metro quadro di asfalto che si può stendere sulle campagne”.

zattini ph giorgio sabatini

“Cosa importa se tutto ciò è al di fuori di una qualunque pianificazione degna di questo nome? Cosa importa se non c’è alcuna VAS, valutazione ambientale strategica? Cosa importa se non sono stati studiati flussi di traffico, origine e destinazione degli spostamenti, reali necessità dell’opera, se non sono state fatte valutazioni di ciò che comporta convogliare il traffico anche di Cesena sulla circonvallazione di Forlimpopoli collegata alla via Mattei ? Vorremmo sapere, caso mai l’opera sia necessaria, se è stato valutato un altro tracciato, che prosegua via Mattei e a nord della ferrovia la congiunga con la secante di Cesena e soprattutto alla zona industriale di Pievesestina e col casello di Cesena Nord?”: si chiedono i Verdi.

enzo lattuca

“Vorremmo richiamare Lattuca e Zattini e con loro l’assessore regionale alla viabilità, il ravennate – cervese Corsini, e la invocata ministra delle infrastrutture  De Micheli,  all’obbligo della pianificazione, che richiede confronto, discussione pubblica, pubblicazione delle proposte e loro valutazione sotto il profilo ambientale e strategico. Invece, si vuole del tutto saltare questa fase per promuovere un tracciato non solo non valutato ma buttato giù alla meglio sulle carte. Così non si fa, questo metodo di operare è inaccettabile, non è democratico e spiace dirlo, risulta anche un po’ opaco”: conclude la nota di Europa Verde Forlì.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here