Vandalizzata sede Ugl Bologna, Capone: “Atto gravissimo da condannare”

0
230
capone

(Sesto Potere) – Bologna – 21 settembre 2020 – “L’ attacco alla sede regionale e provinciale dell’UGL di Bologna di questa mattina è un atto gravissimo di vandalismo e violenza politica, per cui chiediamo solidarietà da parte del Governo e delle altre parti sociali. Esprimo lo sdegno personale per quanti del gruppo “Riders Union Bologna” hanno commesso e rivendicato l’aggressione e al contempo la massima solidarietà ai rappresentanti UGL di Bologna, uno dei quali era presente in sede ed è stato minacciato mentre gli uffici venivano vandalizzati”: il commento è del segretario generale UGL Paolo Capone.

“Il CCNL Rider è nato per difendere e salvaguardare i diritti dei lavoratori del settore. Di fronte al nulla che c’era, l’UGL ha ascoltato le istanze dei rider, ha collaborato con le parti datoriali e ha creato un quadro di riferimento che prevede, rispetto al passato, diritti esigibili. I Rider sono e restano lavoratori autonomi ma con maggiori diritti e tutele. L’assalto è stato condotto da sedicenti rider verosimilmente appartenenti all’area dei centri sociali, evidentemente più interessati alla violenza politica che ai diritti dei lavoratori”: aggiunge il segretario UGL Paolo Capone.

“Se pensano di fermare l’UGL o la sottoscritta si sbagliano di grosso. Sempre disponibile al confronto ma condanno il vile attacco di stamattina alla nostra sede di Bologna. Un attacco studiato e preparato a tavolino che ha il sapore di un’imboscata di vecchio stampo”: commenta il segretario regionale di UGL Emilia Romagna, Tullia Bevilacqua.

Oggi alle ore 16.00 – si legge in una nota del sindacato – è prevista una conferenza stampa presso la sede UGL di Bologna, in via Santa Margherita n. 9, alla presenza dei massimi esponenti nazionali e regionali dell’UGL.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here