(Sesto Potere) – Bologna – 5 gennaio 2022 – Continua in Emilia-Romagna la campagna vaccinale anti-Covid. Da fine dicembre 2020 ad oggi – aggiornamento  ore 15 – sono state somministrate complessivamente 8.609.462 dosi, di queste 25.084 oggi. Sul totale sono 3.621.527 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 90,1%, mentre quelle con almeno una dose (3.702.755) sono arrivate al 92,1%, sempre degli over 12.

Le terze dosi già somministrate sono 1.504.057.

Bonaccini

In Emilia-Romagna la percentuale più alta di non vaccinati è nella fascia da 40 a 49 anni: nessuna dose per 93.474 persone su una platea di 678.110. Segue la fascia dei 50-59enni con nessuna dose per 62.013 persone su una platea di 714.534.

Il governatore regionale dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, intervistato oggi da ‘L’Avvenire’ ha tracciato il quadro della diffusione del Covid a livello locale e nazionale: “Gli esperti sembrano confermare l’alto tasso di diffusione della variante Omicron, ma allo stesso tempo la sua minore pericolosità per chi è vaccinato con ciclo completo. In Emilia-Romagna, nell’ultima settimana, rispetto alla stessa settimana di un anno fa, di fronte a un numero di nuovi contagi 5 volte maggiore abbiamo avuto la metà dei ricoverati in terapia intensiva, un terzo di quelli nei reparti Covid e un quarto di decessi. E un anno fa, a differenza di adesso, era tutto chiuso. Stesso andamento nel Paese.”

Inoltre, alla domanda se sia favorevole all’introduzione del Super Green pass nei luoghi di lavoro, con estensione immediata o graduale Bonaccini ha risposto: “Ero per l’estensione nei luoghi di lavoro già quando venne deciso il rinvio – risponde il presidente dell’Emilia-Romagna –. Non è una discriminazione verso altri cittadini, peraltro ci sono già categorie professionali per le quali è previsto”, scettico il governatore dell’Emilia-Romagna sull’ipotesi che si possa introdurre  l’obbligo vaccinale per tutti: “L’obbligo si può introdurre, personalmente sarei favorevole. Ma è evidente che serve una legge dello Stato, sarà molto difficile ottenerla. E in ogni caso non si può fare da un giorno all’altro”: ha affermato Bonaccini intervistato da ‘L’Avvenire’ . 

Intanto, a partire da oggi, mercoledì 5 gennaio, sarà possibile prenotare la dose booster anche se si è completato il ciclo vaccinale da 4 mesi: non sarà più necessario aspettare il quinto mese.
I canali per prenotare sono i soliti: sportelli Cup, Cupweb, Cuptel, Fascicolo Sanitario Elettronico, app Er Salute, farmaCUP, oltre a quelle che le Aziende sanitarie attiveranno nei rispettivi territori.

Raffaele Donini

Come da autorizzazione del Commissario straordinario, le somministrazioni partiranno invece da lunedì 10 gennaio.

La somministrazione della dose booster è attualmente stata autorizzata per le persone dai 16 anni in su e per i soggetti fragili di età compresa tra i 12 e 15 anni.

L’ Assessore alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna , Raffaele Donini, ha evidenziato: “Un milione e mezzo di terze dosi somministrate in Emilia-Romagna. Se a dispetto dell’altissimo numero di contagiati la situazione ospedaliera è ancora molto migliore dell’anno scorso è solamente per merito dei vaccini. Allora avanti con le terze dosi”.