(Sesto Potere) – Gaiato (MO) _ 22 novembre, – Si intensifica e si accelera un po’ ovunque la campagna di vaccinazione in questa quarta ondata di contagi. Contro la nuova diffusione del COVID-19 la risposta rimane il vaccino e la somministrazione della terza dose per chi è scoperto da più di 6 mesi.

Elevata e condivisa l’adesione ai vaccini del personale sanitario dell’Ospedale privato Accreditato “Villa Pineta -Santo Stefano Riabilitazione”, che nelle giornate del 9 e del 17 novembre ha ricevuto la dose “booster” Pfizer.

La vaccinazione ha riguardato sia il personale dell’Ospedale, sia i lavoratori della Casa Residenza Anziani (CRA) registrando la partecipazione di ben 125 lavoratori dipendenti (pari al 78% del totale) e di 6 collaboratori liberi professionisti.

La terza dose è stata somministrata nell’Auditorium di Gaiato a tutti i lavoratori della struttura: medici, infermieri, operatori sociosanitari, fisioterapisti, personale amministrativo e non, già vaccinato con le due prime dosi da più di 6 mesi.

Le operazioni si sono svolte regolarmente grazie alla collaborazione del Punto Unico di Vaccinazioni di Pavullo nel Frignano che ha messo a disposizione tutte le 131 dosi. Queste ultime sono state somministrate al personale dal Direttore medico e di struttura, dott. Gianfranco Beghi, dal direttore Sanitario, dott. Agostino Mancuso e dal Responsabile della CRA, dott. Gianluca Simonini.

Il buon esito delle due giornate è stato reso possibile dal supporto organizzativo dei coordinatori infermieristici e dei referenti della Sorveglianza di Villa Pineta.

La massiccia adesione alla terza dose è un segnale di fiducia ma anche uno stimolo per sensibilizzare tutta la popolazione del Frignano a sottoporsi alla terza dose del vaccino anti Covid.

Un territorio quello del Frignano, già duramente colpito dalla pandemia nel corso delle precedenti ondate e che, grazie alla prevenzione vaccinale, in una situazione come quella attuale di aumento dei casi, arriverebbe con un sistema immunitario più preparato ad evitare le conseguenze, spesso gravi e a lungo termine, legate alla malattia da Sars-Cov2.

Tutti i giorni, tra il Poliambulatorio e il reparto di riabilitazione respiratoria dell’ospedale di Gaiato, si registra l’arrivo di decine di pazienti colpiti ai polmoni dalle conseguenze di questa insidiosa malattia che a Villa Pineta trovano le cure riabilitative necessarie. Non è possibile abbassare la guardia contro un nemico invisibile ma che continua a generare nuovi contagi e gravi problematiche di salute.

Intanto a Villa Pineta continuano ad essere garantite le prestazioni sanitarie ordinarie grazie anche ai continui investimenti da parte del Gruppo Santo Stefano Riabilitazione in apparecchiature di innovazione tecnologica che possano rispondere ai bisogni di salute dei cittadini del Frignano, rendendo le cure più agevoli e territorialmente vicine.