(Sesto Potere) – Bologna – 29 novembre 2021 – Continua in Emilia-Romagna la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età.

da fine dicembre 2021 ad oggi – ultimo aggiornamento alle ore 15 –  sono state somministrate complessivamente 7.388.968 dosi; sul totale sono 3.554.607 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi somministrate sono 508.139.

Ausl Romagna precisa  che per ricevere la dose di richiamo a 5 mesi i cittadini di età inferiore ai 40 anni che hanno effettuato la vaccinazione con il vaccino monodose Johnson & Johnson (sono circa 5mila in tutta la Romagna) potranno continuare ad accedere direttamente senza prenotazione negli Hub vaccinali aziendali, così come avviene per i giovani di età compresa dai 12 ai 19 anni e alcune categorie professionali per le quali sono già previste fasce di accesso dedicate , tra queste sono ricomprese gli operatori sanitari operanti nelle strutture sanitarie e socio–sanitarie pubbliche e private.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona
Donini

Ma per tutti gli altri cittadini a partire da oggi, lunedì 29 novembre, non sarà più possibile l’accesso diretto ai punti vaccinali aziendali. In compenso, sarà possibile prenotare la terza dose del vaccino anti covid (o spostare l’appuntamento già fissato tramite sms dell’Azienda) anche nelle farmacie del territorio con il servizio FarmaCup.

Rimangono attive per i cittadini le possibilità di prenotare anche attraverso i Cup, Cuptel e Fascicolo sanitario elettronico e chi riceve l’sms ma ha già fissato un appuntamento oppure già effettuato il richiamo della terza dose è invitato a comunicarlo attraverso i consueti canali (Cup, CupTel, FarmaCup) oppure inviando un messaggio whatsapp al numero indicato nell’sms ricevuto.

Indipendentemente dal vaccino utilizzato per il primo ciclo, per il richiamo saranno sempre utilizzati vaccini a m-RNA, cioè Moderna o Pfizer, a seconda della disponibilità.

“Abbiamo raggiunto il 90% di vaccinati con almeno una dose. All’88% i cittadini che hanno terminato il ciclo completo di immunizzazione. Obiettivo mezzo milione di vaccinati in Emilia-Romagna con la terza dose. Continua il nostro impegno per proteggere la popolazione dal Covid”: aveva detto l’Assessore alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini. In collegamento con RaiNews24 aveva precedentemente sottolineato che: “Dobbiamo assolutamente scongiurare l’idea di un Natale con l’Italia divisa tra fasce di colori sulla base della circolazione del virus. Dobbiamo quindi intervenire immediatamente nelle due direzioni in cui ci è consentito andare: da un lato rafforzando i controlli, e dall’altro accelerando il più possibile la vaccinazione. Poiché una quota tra l’82 e l’85% dei pazienti ricoverati in terapia intensiva non è vaccinata – e questi hanno un’età media di 59 anni – è evidente che parliamo di una popolazione da proteggere e da tutelare al massimo. Per questo motivo, se l’andamento epidemiologico aumentasse, le restrizioni che fino a qualche tempo fa valevano per tutta la popolazione – dato che la popolazione tutta non era vaccinata – oggi possono riservarsi come forma di tutela, non come forma di punizione, a quella popolazione che è più esposta sia al contagio, sia a sviluppare la grave forma di malattia. E chiediamo di partire da subito, per non dover inseguire il virus, ma essere noi ad attaccare e a prevenire il più possibile”: ha dichiarato l’assessore Donini.

Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate.
Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/