Urbanizzazioni a Forlì, il Pd replica a Rifondazione Comunista

0
98
vaccari e valbonesi

(Sesto Potere) – Forlì – 7 febbraio 2020 – Due giorni fa , la federazione di Forlì di Rifondazione Comunista, per voce della segretaria Chiara Mancini, a proposito dell’imminente avvio dei lavori per la costruzione di un’altra area commerciale in zona Ronco, ha accusato il Pd e le amministrazioni comunali di centrosinistra di aver: “rilasciato una concessione edilizia dopo l’altra per la realizzazione di aree commerciali  (l’ultima in zona Pieveacquedotto, vicino al casello autostradale) e lotti della tangenziale”. Mettendo all’indice i Dem di essere per essere “silenti” anche sulle nuove cementificazioni.

Oggi la replica del Partito Democratico che vuole fare un po’ di chiarezza sul alcuni aspetti elencati da Rifondazione.

“Siamo stati tirati in ballo in maniera strumentale, da Rifondazione Comunista”: replicano i segretari territoriale e comunale del PD, Daniele Valbonesi e Maria Teresa Vaccari, che aggiungono: “Riguardo l’area di viale Roma, la precedente giunta di centrosinistra ha operato una razionalizzazione delle aree destinate ad urbanizzazione, riducendole, prima di giungere ad approvazione, per adeguarsi alle nuove norme regionali e al consumo di suolo zero. Il piano urbanistico in questione era presente da molto tempo nella pianificazione territoriale. Circa 3 anni fa è stata approvata una variante e che ha visto, tra le altre cose, la verifica/ valutazione ambientale di tutte le previsioni commerciali, una forte riduzione del numero delle aree, l’introduzione di vincoli stringenti riguardo anche extra oneri ed opere di compensazione, previste sia di tipo ambientale che inerenti la monetizzazione per opere pubbliche”, spiegano i segretari Dem.

“Questo progetto di urbanizzazione, che prevende anche una rotonda in viale Roma, nel nodo di via Monari, realizzata dal privato come prescrizione dell’ente pubblico, è stata valutata con la Soprintendenza in ogni particolare e presentato diverse volte al Quartiere che ha sempre sostenuto le Giunte di riferimento – chiariscono Valbonesi e Vaccari -. La variante ha inoltre permesso l’insediamento di catene alimentari diverse, facilitando così la calmierazione dei prezzi, aumentando la concorrenza, e favorendo il consumatore; processo partito anni fa nelle altre città. Non vediamo come un’urbanizzazione oculata, rispettosa dei criteri di consumo di suolo zero, concordata con Quartieri e Sovrintendenza, possa essere giudicata non rispettosa dell’ambiente e addirittura paragonata alla decisione, a nostro avviso scellerata, di far tonare gli autobus in piazza Saffi”.

rotonda Viale Roma-Tangenziale

“Sul terzo lotto della Tangenziale, fondamentale collegamento cittadino, che connetterà l’Ospedale al resto della città, possiamo solamente dire che ogni polemica è pretestuosa. Si tratta di un grande risultato  di tutti i livelli di governo del Partito Democratico, dalla giunta Drei, all’amministrazione regionale, al Governo, che hanno lavorato fianco a fianco per arrivare al finanziamento della realizzazione da parte di Anas. Non dimentichiamo come questo lotto andrà a dare respiro alle zone di Vecchiazzano e Ca’Ossi, che vedranno una grandissima diminuzione del traffico e, conseguentemente, un miglioramento della qualità della vita”, concludono i segretari territoriale e comunale del PD, Daniele Valbonesi e Maria Teresa Vaccari .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here