UniBo, Campus di Forlì: il rettore inaugura tre nuove strutture

0
175

(Sesto Potere) – Forlì – 22 ottobre 2020 – Alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università di Bologna e dei Campus della Romagna, Francesco Ubertini, del sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, del Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Roberto Pinza, del presidente Ser.In.Ar, Alberto Zambianchi, e dei responsabili Cusb-Centro Universitario Sportivo Bologna  ed Ergo-Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori, oltre agli assessori comunali Melandri e Cicognani, e altre autorità amministrative e dell’Alma Mater,

è stata effettuata oggi pomeriggio una visita ad alcuni luoghi e edifici pronti a entrare in funzione per implementare la dotazione di strutture e di servizi del Campus Universitario di Forlì.

Il ritrovo iniziale presso la storica palestra di Campostrino , il luogo simbolo dell’attività sportiva di intere generazioni di forlivesi riconsegnato alla città dopo molti anni di inutilizzo e almeno 5 anni di lavori di restauro e un contributo di 500.000,00 euro da parte della Regione Emilia-Romagna.

Presente a commentare l’intervento di restauro il presidente del consiglio di Campus di Forlì, Luca Mazzara e i tecnici comunali, come l’ingegner Gianluca Foca che ha curato il progetto. Un recupero conclusosi a luglio e che permetterà una destinazione d’uso a vocazione universitaria ma anche culturale, come prevede un apposito vincolo.

Oggi la consegna simbolica delle chiavi che ne attesta la possibilità di un prossimo utilizzo.

Poi , nell’area adiacente alla mensa universitaria del Campus di viale Corridoni, è stato inaugurato il nuovo campo da basket e pallavolo all’aperto collocato su un’area interamente di proprietà del Comune di Forlì e con lavori eseguiti dall’Università di Bologna.

Con questo impianto si arricchisce di un nuovo spazio sportivo l’area giardino già utilizzata dagli studenti per lo studio, il relax tra una lezione e l’altra e la meditazione.

A seguire, s’è svolta la ricognizione nel fabbricato della Fondazione Garzanti che è stato messo a norma e destinato – è già in funzione – ad aule studio in presenza per gli studenti dell’Università , e infine sopralluogo ai locali dell’Hotel della Città.

Nell’occasione, il presidente della Fondazione Carisp Roberto Pinza ha ribadito l’idea, condivisa dall’amministrazione comunale, di utilizzare il grande fabbricato , l’inconfondibile ex albergo disegnato dall’architetto Giò Ponti negli anni Cinquanta, ormai chiuso da anni, come collegio universitario d’eccellenza per studenti meritevoli.

E’ stato già avviato un dialogo con i soggetti istituzionali interessati e tra questi c’è anche l’università.

Ma per realizzare l’idea è necessario reperire le risorse necessarie per mettere in sicurezza e adeguare la struttura.

Il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna e dei Campus della Romagna, Francesco Ubertini, ha risposto alla sollecitazione a contribuire all’intervento e a farlo presto: “E’ una sfida. Noi ci siamo, perché il nostro modello di Campus non è quello anglosassone e americano, è unico e prevede un’integrazione dell’Università nella città”.

Nell’area esterna con giardino e piscina dell’ Hotel della Città che si affaccia nel centralissimo corso della Repubblica e vicino al Palazzo del Merenda con le biblioteche cittadine a pochi passi dal Campus , c’è il progetto – illustrato dall’assessore alla Cultura, Valerio Melandri – di renderlo fruibile alla città e non soltanto agli studenti universitari.

I lavori di pulizia, cura del verde e illuminazione sono stati quasi terminati e quando sarà il momento verrà liberata anche l’area oggi utilizzata come parcheggio per le auto e mezzi del personale delle attività vicine.