(Sesto Potere) – Bologna – 25 marzo 2022 – Il Fondo sociale di comunità “Dare per Fare” promuove una raccolta straordinaria di beni e risorse destinate alle persone in fuga dall’Ucraina e già ospitate nel bolognese.

Le donazioni raccolte saranno indirizzate ai Comuni per sostenere le necessità delle persone ucraine attualmente ospitate in forma volontaria da famiglie e amici che vivono nel territorio metropolitano oppure accolte negli alloggi messi a disposizione dalle Amministrazioni.

Sono due le modalità di donazione possibili: donazioni in denaro da parte di aziende, organizzazioni e cittadini con bonifico bancario a  questo numero di IBAN IT35 U030 6902 4771 0000 0300 274 Intestato a Città metropolitana di Bologna con la causale Emergenza Ucraina ; e donazioni di beni da parte di aziende e organizzazioni scrivendo alla mail fondocomunita@cittametropolitana.bo.it

Lepore

La prima donazione a sostegno dell’emergenza Ucraina è già arrivata al Fondo sociale di comunità dal Gruppo Granarolo. Si tratta nello specifico di 10.147 litri di latte e 10.611 chilogrammi di pasta che lunedì 21 marzo i comuni ritireranno per la distribuzione sui rispettivi territori grazie al coordinamento di Volabo-Centro servizi per il volontariato della città metropolitana di Bologna. I quantitativi di latte a lunga conservazione e pasta sono stati determinati grazie alle richieste espresse dai Sindaci nel sondaggio online rivolto ai 55 Comuni e messo a punto proprio per distribuire in maniera mirata i beni donati da Granarolo.

“La comunità bolognese si attiva per questa nuova emergenza – dichiara il sindaco metropolitano Matteo Lepore – il Fondo sociale Dare per Fare (dareperfare.it) è nato per sostenere le persone in difficoltà economiche causate dalla pandemia, ora l’ombrello simbolo del nostro progetto si apre per riparare le persone fuggite dalla guerra in Ucraina e arrivate sul nostro territorio. Ringrazio il Gruppo Granarolo per questo importante contributo e Volabo per il prezioso lavoro di coordinamento, questa sinergia è la conferma della capacità di Bologna di fare comunità”.

Il Fondo sociale di comunità è un progetto di Città metropolitana, Comune di Bologna, Unioni e Comuni, che insieme a sindacati, imprese e associazioni, società partecipate e Terzo settore vuole dare una risposta concreta ai bisogni sociali ed economici delle persone attraverso beni alimentari e di prima necessità, sostegno all’abitare, contrasto alla povertà educativa e al divario digitale e lavoro.