(Sesto Potere) – Bologna – 7 marzo 2022 – “Bologna Children’s Book Fair – BCBF” torna finalmente in presenza con la sua 59ª edizione: assieme alla prima edizione dal vivo di BolognaBookPlus – BBPLUS, realizzata in collaborazione con AIE – Associazione Italiana Editori, e alla sorella Bologna Licensing Trade Fair | Kids – BLTFK, dal 21 al 24 marzo la Fiera accoglierà la comunità internazionale di professionisti del settore nei padiglioni di BolognaFiere.

Un pubblico professionale che, adesso quanto mai prima, dimostra la stima che lo lega alla principale manifestazione fieristica mondiale dedicata allo scambio di diritti e ai temi dell’editoria per bambini e ragazzi, grazie a una partecipazione che si fa testimone della voglia di tornare a incontrarsi in presenza.

Numeri più che positivi per questo ritorno a Bologna, dopo due anni di edizioni virtuali che hanno saputo farsi momenti di innovazione, ripensamento delle proprie modalità e dei propri strumenti, ricerca e pianificazione grazie a un intenso dialogo a distanza reso possibile dalle opportunità offerte dal digitale: circa 950 espositori da oltre 85 paesi e regioni sono attesi a BolognaFiere: “molto di più di quanto ci saremmo aspettati” afferma Elena Pasoli, Exhibition Manager di BCBF “Tutti i continenti sono rappresentati, la risposta del settore è stata ed è sorprendente. Abbiamo naturalmente il cuore pesante per quanto sta succedendo ed è con grande dolore che dobbiamo accettare l’assenza degli editori ucraini e russi”.

Tra i focus dell’edizione 2022 di Bologna Children’s Book Fair, sempre più tematiche che confermano il ruolo primario della Fiera nello scouting delle nuove tendenze editoriali mondiali, dei mercati in più rapida crescita e nelle più innovative opportunità, forme e modalità di business che vedono la luce in ogni parte del mondo. Un palcoscenico delle tendenze in atto ma anche e soprattutto delle strade che il settore percorrerà negli anni futuri.

Il palinsesto fieristico comprenderà inoltre numerose iniziative organizzate nella cornice di Aldus Up – European Book Fairs Network, progetto co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Creative Europe. Quest’anno, il programma professionale della Fiera beneficia anche del sostegno di ICE-Agenzia per la promozione all’estero
e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), attraverso un programma di potenziamento fieristico che ha permesso di creare nuove aree di business, volte alla promozione dell’editoria e della creatività italiane, e di portare in Fiera una delegazione di circa 150 operatori esteri di alto profilo che arricchiranno il calendario di iniziative e potenzieranno l’offerta espositiva della fiera.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Children's Content rocks! Join the party SEE YOU IN BOLOGNA 21-24 March 2022 សម"

BOLOGNABOOKPLUS
Quest’anno, un’importante novità per il settore editoriale: BCBF sarà affiancata dalla seconda edizione di BolognaBookPlus, la prima in presenza della nuova estensione fieristica di Bologna Children’s Book Fair rivolta all’editoria generalista e realizzata con l’obiettivo di espandere il raggio di azione della Fiera rivolgendosi a un pubblico professionale più ampio nell’industria editoriale globale.
L’iniziativa, organizzata in collaborazione con AIE-Associazione Italiana Editori, comprende una propria area espositiva che ospita opportunità di networking e matchmaking, mostre, portfolio reviews, seminari e un programma di conferenze dedicato ai professionisti del settore. Tra queste: un panel per comprendere le basi del diritto d’autore e le fasi essenziali del processo di vendita dei diritti; approfondimenti sui diritti di traduzione; un excursus sul lavoro di agente letterario; una intera giornata dedicata al Self Publishing; infine, in linea con l’attenzione per il design e l’illustrazione da sempre al centro di BCBF, BBPlus dedica due iniziative al design di copertina: Jackets Off e International Jacket Design: Best of the Best. La prima comprende un seminario, una sessione di portfolio review, il premio di design Jackets Off – dedicato alle copertine dei libri più belle e innovative – e una mostra che vedrà esposte diverse copertine internazionali del capolavoro di Margaret Atwood Il racconto dell’ancella, portando a un’esplorazione delle interpretazioni di questo classico contemporaneo attraverso lingue e culture diverse. La seconda riunisce invece le copertine più belle di libri pubblicati in sei paesi del mondo, che saranno esposte in una mostra e tra le quali sarà poi nominato un vincitore premiato
durante la Fiera.
Tra le tante iniziative, inoltre, anche il programma Author Ambassador, grazie al quale un autore di fama internazionale sarà ospite di BBPlus: l’edizione 2022 vedrà come ambasciatrice l’inglese Michèle Roberts.

SHARJAH OSPITE D’ONORE
Ospite d’onore di questa nuova edizione in presenza è Sharjah, Capitale mondiale del libro UNESCO 2019-20: attraverso un ricco programma di eventi, incontri, esposizioni e seminari condotti da oltre 30 tra scrittori, illustratori, artisti e narratori arabi, l’Emirato porta per la prima volta in Fiera il prospero ambiente creativo e culturale che lo sta trasformando nella meta d’elezione per la letteratura per ragazzi in tutta la regione araba, offrendo al pubblico della Fiera la possibilità di interagire con i suoi libri, lettura e cultura, immergendosi nel suo rigoglioso panorama letterario. Tanti gli incontri attesi in tutti gli spazi della Fiera, dall’Illustrators all’Authors Café, affiancati da due mostre che offriranno una prova visibile di quanto di meglio la tradizione di illustrazione e di editoria per ragazzi araba ha da offrire: Insight, Reflect e la mostra del premio Etisalat Award for Arabic Children’s’ Literature – UAEBBY.

INCONTRI E CONFERENZE
Il programma della Bologna Children’s Book Fair farà come ogni anno il punto sui grandi temi al centro del dibattito editoriale internazionale, grazie a incontri e conferenze targate BCBF, ospitate negli spazi dei Caffè degli Autori, degli Illustratori e dei Traduttori, in aggiunta ai tanti appuntamenti organizzati dagli espositori.
Tra i convegni della Fiera, Infanzie ai margini, una riflessione sulla promozione della lettura nelle aree più “difficili”: in un mondo sempre più segnato dalla disuguaglianza sociale, e non solo moltissimi bambini non hanno accesso ai libri. Tanti i professionisti e le organizzazioni che hanno intrapreso un’attività di “resistenza”, impegnandosi in prima persona a portare i libri nei luoghi in cui mancano. A parlarne: Patsy Aldana, editrice canadese e presidente di IBBY Trust; Zohreh Ghaeni, esperta di letteratura per bambini a capo del progetto iraniano Read with Me project; Bel Santos Mayer di Ibeac, istituto brasiliano di sostegno alla comunità, che lavora con i bambini nelle favelas; Maria Beatriz Medina, del Banco del Libro de Venezuela; Alison Tweed, Chief Executive, Book Aid International, UK/Africa.
E ancora la Conferenza Internazionale (online) delle Librerie Indipendenti per Ragazzi, con un focus interamente dedicato al mercato globale dei comics, oltre a tanti incontri sul fumetto: dalla graphic novel per ragazzi in Italia e nel mondo passando per un evento dedicato agli insegnanti: il fumetto e scuola, e come questo può diventare uno strumento efficace in classe. Infine, un racconto di storie di successo di editoria digitale: Back to the Future – 10 Years into Digital Publishing – 3 Success Stories Analysed.

bologna fiere

I GRANDI PREMI BCBF E I PREMI INTERNAZIONALI
Il programma della Fiera del libro vede tra i protagonisti i grandi premi internazionali dedicati all’editoria per bambini e ragazzi: il BOP Bologna Prize for the Best Publishers of the Year, giunto quest’anno alla sua decima edizione, organizzato da Bologna Children’s Book Fair e AIE – Associazione Italiana Editori in collaborazione con IPA – International Publishers Association, premia ogni anno il miglior editore per ciascuna delle sei aree del mondo; il BolognaRagazzi Award è dedicato invece ai migliori libri illustrati pubblicati di recente a livello internazionale nelle diverse categorie di Fiction, Non-Fiction, Opera Prima (per autori e illustratori esordienti) e Comics, cui si aggiunge ogni anno una categoria speciale dedicata nel 2022 alla Poesia. E ancora, il BolognaRagazzi CrossMedia Award, dedicato ai migliori progetti editoriali che espandono il loro universo narrativo verso altri media e, viceversa, le narrazioni nate altrove che approdano su carta; il Premio Strega Ragazze e Ragazzi – promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento, organizzatori del Premio Strega, con Centro per il libro e la lettura e BolognaFiere-Bologna Children’s Book Fair in collaborazione con BPER Banca e IBS.it La Feltrinelli – che giunge alla settima edizione e in fiera premierà il libro vincitore della nuova
categoria di concorso: narrazione per immagini, dedicata a graphic novel, fumetti, albi illustrati, libri senza parole, destinati a lettori tra i 6 e i 13 anni. Grande attenzione anche per i giovani illustratori: il Premio Internazionale di Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM riservato agli under 35 della Mostra Illustratori e l’ARS IN FABULA – Grant Award per gli under 30. Ancora, il concorso di traduzione In Altre Parole, dedicato quest’anno alla traduzione di poesia dall’arabo, in omaggio alla partecipazione di Sharjah Ospite d’onore 2022 e, infine, istituito da Bologna Children’s Book Fair in collaborazione con il Centro di Ricerca in Letteratura per l’Infanzia dell’Università di Bologna (CRLI), il Premio Poesio dedicato alla più̀ innovativa e originale tesi di Laurea italiana in Letteratura per l’infanzia.
Ma BCBF è anche palcoscenico dei più importanti premi internazionali: il Premio Hans Christian Andersen Award e l’Astrid Lindgren Memorial Award saranno assegnati in diretta dalla fiera del libro ragazzi 2022.

BOOM! BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR IN CITTÀ
Come ogni anno la città di Bologna si anima nel mese della Fiera grazie a BOOM! Crescere nei libri, il festival dei libri e
dell’illustrazione per l’infanzia, promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere, e curato da Hamelin e Biblioteche Bologna. Tra le iniziative promosse da BCBF: dal 21 marzo al 16 aprile Salaborsa Ragazzi ospita una mostra di libri illustrati provenienti dalla collezione della Biblioteca Comunale di Itabashi, allestita a partire dal libro di Yukiko Hiromatsu Nihon no ehon 100 nen 100 nin 100 satsu (100 anni 100 artisti 100 libri, Tamagawa University Press). La mostra, che si terrà parallelamente anche alla Biblioteca di Itabashi, inaugura il gemellaggio tra le due biblioteche all’interno del programma IFLA Sister Libraries. Una conferenza sul tema della mostra, in programma il 23 marzo, mette a confronto Yukiko Hiromatsu, Kiyoko Matsuoka, direttrice dell’Itabashi Art Museum e l’illustratrice Nana Furiya, membro della giuria BCBF Mostra degli Illustratori 2022. Sostengono l’iniziativa Bologna Biblioteche, Biblioteca di Itabashi, Bologna Children’s Book Fair e le sezioni italiana e giapponese di IBBY. E ancora tra le proposte internazionali anche Folktales Reimagined, in esposizione dal 21 marzo al 4 aprile in Biblioteca Salaborsa le illustrazioni del progetto promosso da UAEBBY: 5
illustratori araba e 5 italiani hanno dato vita alle immagini che illustrano miti e racconti orali della tradizione araba e italiana. La mostra è a cura di UAEBBY, Ibby Italia e Biblioteca Salaborsa.

LA QUESTIONE INVASIONE RUSSA DELL’UCRAINA
Gli organizzatori di “Bologna Children’s Book Fair” allo scoppio della guerra in Ucraina con un comunicato ufficiale hanno espresso “la condanna per la guerra dichiarata dalla Russia nei confronti dell’Ucraina” ed hanno spiegato di aver “sospeso ogni collaborazione con le organizzazioni ufficiali russe per la partecipazione alla prossima edizione della Fiera con effetto immediato”. Si parla, nello specifico, dello stand collettivo sponsorizzato dallo Stato russo , mentre il boicottaggio non avrà alcun effetto per gli editori russi indipendenti e relativi autori.
Per contro Gli organizzatori di “Bologna Children’s Book Fair” continuano “a sostenere, la Ukrainian Publisher’s Association e promuoveranno gli editori, i libri, gli illustratori e gli autori ucraini anche quest’anno, benché purtroppo assenti”. 

L’AIE – associazione Italiana Editori comunica con una nota di sostenere “con forza” la decisione della Bologna Children’s Book Fair di sospendere ogni collaborazione con le organizzazioni ufficiali russe per la partecipazione alla prossima edizione della Fiera. “È una decisione dolorosa ma doverosa – ha affermato il presidente AIE Ricardo Franco Levi – come gesto concreto di supporto alla cittadinanza ucraina e al mondo della cultura in particolare che oggi subisce l’aggressione militare russa”. “Allo stesso tempo – ha aggiunto Levi – sosteniamo e applaudiamo al coraggio di editori, librai, distributori, autori, bibliotecari, traduttori russi che in più di mille hanno firmato un appello a favore della pace e per la fine delle operazioni militari in Ucraina, dimostrando così il loro dissenso rispetto alle scelte del presidente Vladimir Putin. Sappiamo tutti quanto in condizioni come queste manifestare e comunicare il proprio dissenso possa essere pericoloso: consapevoli e ammirati di tanto coraggio, siamo loro vicini”.

INFO
Sito web: https://www.bolognachildrensbookfair.com/home/878.html
Pagina Fb: https://www.facebook.com/BolognaChildrensBookFair
Pagina Insta: https://www.instagram.com/bolognachildrensbookfair/