(Sesto Potere) – Cesenatico – 14 novembre 2022 – Quarta edizione della “Staffetta della Legalità per un turismo di qualità” e una tavola rotonda per discutere di turismo in Romagna: sostenibilità e responsabilità sociale d’impresa. “Numerosi sono stati anche quest’anno, purtroppo, i casi di illegalità emersi nel settore turistico romagnolo – afferma Gianluca Bagnolini, segretario generale Fisascat CISL Romagna, il sindacato che si occupa dei lavoratori del turismo e del commercio – quindi parlare di legalità è oggi più che mai attuale. E’ necessario non abbassare la guardia e proporre un nuovo modello turistico che sia sostenibile, che affianchi alla responsabilità economica anche una responsabilità sociale delle imprese”.

Di questo la Fisascat CISL ha discusso venerdì scorso al Teatro comunale di Cesenatico insieme al sindaco Matteo Gozzoli, l’Assessore regionale Andrea Corsini, a Valentina Ridolfi del coordinamento tecnico di Romagna Next, Augusto Patrignani Presidente di Confcommercio Forlì-Cesena, Lorenzo Canova Docente di sociologia del Turismo dell’Università di Bergamo, Antonio Loffredo Docente di diritto del Lavoro dell’Università di Siena , il segretario generale nazionale di Fisascat CISL Davide Guarini e con il segretario generale di CISL Romagna Francesco Marinelli.

Nelle scorse settimane, iscritti e delegati Fisascat si sono impegnati in ogni provincia romagnola nella realizzazione di “Staffette per la Legalità”, chi di corsa, camminata o anche in bicicletta, tutto immortalato in un video che è stato proiettato durante la serata.
Al termine della tavola rotonda, gli oltre 150 presenti hanno assistito allo spettacolo “L’apparenza incanta- un viaggio di parole, musica , risate pensieri”, da un’idea di Lele Guerra, con testi di Sergio Casabianca.

“Per questa quarta edizione – spiega Bagnolini – abbiamo scelto come titolo “Turismo patrimonio della collettività: Sostenibilità e Responsabilità sociale d’impresa”, perché rappresenta a nostro giudizio il necessario cambio di prospettiva con cui si deve osservare questo settore socio economico. E’ infatti fondamentale che tutte le parti, istituzionali e sociali imprese e lavoratori, lavorino insieme nella consapevolezza che il settore è un patrimonio di tutti, perché in grado di creare indotto per altri settori economici oltre che dare risposte occupazionali”.

DATI STAGIONE TURISTICA 2022
In base ai dati a disposizione di Fisascat Cisl, I numeri della stagione estiva appena conclusa sono incoraggianti.
Cesenatico da gennaio ad agosto 2022 ha registrato la presenza di 504.522 turisti totali, + 28,3% rispetto al 2021 e + 2,3% rispetto al 2019, e 3.014.856 pernottamenti, + 25,8% rispetto al 2021 e + 0,1% rispetto al 2019.

Rimini nel periodo maggio-settembre 2022 ha registrato un incremento del +13,0% degli arrivi e del +11,1% delle presenze rispetto all’estate 2021 ed un miglioramento rispetto al 2019 degli arrivi del +3,7% e delle presenze del +1,1%.

Tra i comuni capoluogo, quello di Ravenna, in agosto ha visto crescere i pernottamenti dell’1,1%rispetto a un anno fa (ma con un calo del 7 percento rispetto al 2019). Complessivamente, nei primi otto mesi dell’anno, il comparto Ravenna Mare ha registrato 1,8 milioni di pernottamenti (+19,8% sul 2021; 6,1% sul 2019), mentre quello di Ravenna Città 370mila, in crescita sia sul 2021 (+45,5%) sia sul 2019 (+6%, nonostante i turisti siano diminuiti, con gli arrivi a -4,7%). Nella sua totalità, il comune ha chiuso con 2,2 milioni di pernottamenti a fronte di circa 480mila arrivi.

Gozzoli

CONCLUSIONI
“E’ necessario – prosegue Gianluca Bagnolini – riappropriarsi di un’idea di business basato sulla ricerca della massima qualità, con un occhio attento al benessere dei lavoratori in particolare. Su questo la certificazione sociale può rappresentare veramente un elemento distintivo per tutte quelle imprese che vogliono lavorare nel pieno rispetto delle regole”.

“Ritengo quindi – ha aggiunto – che lo sforzo principale debba essere fatto dal mondo delle imprese, che potranno centrare l’obiettivo di cambiare il modello turistico integrando le tante risorse territoriali a disposizione (mare ed entroterra , arte, cultura sport enogastronomia, terme e benessere) per avere un turismo annuale, coinvolgendo in questo processo anche i lavoratori. Inoltre dovrà essere ricercata la modalità migliore per coinvolgere i giovani, anche studenti delle scuole superiori o universitari, nelle attività turistiche. In questo senso di buon auspicio è stata la firma mercoledì dell’ Accordo per il rilancio del settore turistico stagionale della riviera nel comprensorio cesenate, unitamente a Filcams Cgil e Uiltucs Uil di Cesena, Confcommercio Forlì Cesena, Federalberghi Forlì-Cesena e a Confesercenti Cesena, poiché rappresenta una tappa importante nel percorso di arrivo a un nuovo modello turistico”.

“Come sindacati – afferma il Segretario generale CISL Romagna Francesco Marinelli, presente alla serata – giornalmente ci adoperiamo nel sostegno ai lavoratori e nella collaborazione con e Istituzioni affinchè in tutti i settori il lavoro sia sicuro e di qualità. Le recenti indagini svolte in Riviera dalla Guardia di Finanza e dagli organi di Polizia non possono che confermare quanto ancora sia importante parlare di legalità. In questo senso – conclude Marinelli – come CISL riteniamo fondamentale la collaborazione tra Istituzioni, cittadini ed organizzazioni sociali, nella ricerca comune di un nuovo modello turistico che offra lavoro di qualità e rispettoso delle normative”.