(Sesto Potere) – Forlì – 21 ottobre 2022 – Le statistiche provvisorie riferite a gennaio-agosto 2022, relative al movimento turistico, rese disponibili dalla Regione Emilia-Romagna, rilevano incrementi annui degli arrivi e delle presenze nelle province di Forlì-Cesena e Rimini; per la provincia forlivese, inoltre, si assiste ad un pieno recupero rispetto all’anno 2019 (pre-covid). In ripresa sia il turismo nazionale sia, soprattutto, quello estero. Riguardo ai tre mesi della stagione estiva, si rilevano risultati positivi per giugno e luglio mentre risultati negativi caratterizzano quello di agosto, in particolare sul fronte degli arrivi.

Questo emerge da un’elaborazione dell’Ufficio Informazione economica della Camera di commercio della Romagna sul movimento turistico nei primi otto mesi dell’anno a Forlì-Cesena e Rimini.

Movimento turistico gennaio-agosto 2022 in provincia di Forlì-Cesena

I dati provvisori relativi al movimento turistico nei primi otto mesi del 2022, in provincia di Forlì-Cesena, registrano una crescita annua degli arrivi del 28,6% (921.004 unità) e delle presenze del 24,9% (4.641.658 unità). Gli aumenti, rispetto ai primi otto mesi del 2021, interessano sia la clientela italiana sia quella straniera, con numeri più alti per quest’ultima. Nel dettaglio: +22,7% gli arrivi italiani e +18,0% le presenze nazionali, +76,7% gli arrivi stranieri e +71,2% le presenze estere.

Cesenatico

Rispetto all’anno pre-covid 2019 si rileva un pieno recupero, sia sul fronte degli arrivi (+0,1%) sia su quello delle presenze (+0,2%).

Nel confronto con le altre province emiliano-romagnole, Forlì-Cesena si piazza al sesto posto per crescita delle presenze, con il “podio” occupato da Bologna (+83,1%), Parma (+64,1%) e Reggio Emilia (+52,6%), con una variazione annua di poco inferiore a quella della media regionale (+26,8%).

Con riferimento alla stagione estiva, decisamente positivi i numeri del mese di giugno (22,6% del totale arrivi, 21,5% delle presenze complessive), con un +38,9% di arrivi e +47,4% di presenze, e altrettanto positivi, pur con una variazione tendenziale inferiore, quelli del mese di luglio (25,9% di arrivi, 29,4% di presenze), con un incremento di arrivi e presenze, rispettivamente, dell’8,9% e dell’11,8%; in chiaroscuro, invece, agosto (24,4% degli arrivi, 32,1% delle presenze), con una diminuzione dei turisti arrivati, pari a -7,9%, e un lieve aumento del numero dei pernottamenti (+0,2%).

L’incremento annuo delle presenze del periodo gennaio-agosto 2022 riguarda tutti i comuni della riviera: +25,8% a Cesenatico (65,0% delle presenze provinciali), +16,0% a Gatteo (13,3%), +18,0% a San Mauro Pascoli (4,4%) e +15,8% a Savignano sul Rubicone (3,9%). Per ciò che concerne i grandi comuni (5,8% delle presenze totali), a Forlì e a Cesena le presenze crescono, rispettivamente, del 47,5% e del 35,1%, mentre per ciò che riguarda le località termali (4,6%), si rileva un +43,6% a Bagno di Romagna, +49,3% a Bertinoro e +19,2% a Castrocaro Terme e Terra del Sole. In aumento anche le presenze nelle località dell’Appennino forlivese (1,2% del totale, +24,8% annuo).

Movimento turistico gennaio-agosto 2022 in provincia di Rimini

Forlì piazza Saffi ph Google Earth

I dati provvisori relativi al movimento turistico nei primi otto mesi del 2022, in provincia di Rimini, registrano una crescita annua degli arrivi del 26,0% (2.699.353 unità) e delle presenze del 18,1% (11.921.211 unità). Gli aumenti, rispetto ai primi otto mesi del 2021, interessano sia la clientela italiana sia quella straniera, con numeri più alti per quest’ultima. Nel dettaglio: +18,1% gli arrivi italiani e +8,8% le presenze nazionali, +75,8% gli arrivi stranieri e +70,3% le presenze estere.

Rispetto all’anno pre-covid 2019, però, i numeri rimangono ancora negativi (-12,8% di arrivi, -13,4% di presenze).

Nel confronto con le altre province emiliano-romagnole, Rimini si piazza all’ultimo posto per crescita delle presenze, con il “podio” occupato da Bologna (+83,1%), Parma (+64,1%) e Reggio Emilia (+52,6%), con una variazione annua inferiore a quella della media regionale (+26,8%).

Con riferimento alla stagione estiva, decisamente positivi i numeri del mese di giugno (23,0% del totale arrivi, 21,2% delle presenze complessive), con un +35,6% di arrivi e +42,3% di presenze, e altrettanto positivi, pur con una variazione tendenziale nettamente inferiore, quelli del mese di luglio (26,6% di arrivi, 30,2% di presenze), con un incremento di arrivi e presenze, rispettivamente, del 2,0% e del 5,4%; risultati negativi, invece, per agosto (25,7% degli arrivi, 33,2% delle presenze), con una diminuzione sia dei turisti arrivati, pari a -8,2%, sia del numero dei pernottamenti (-5,1%).

L’incremento annuo delle presenze del periodo gennaio-agosto 2022 riguarda tutti i comuni della riviera: +24,6% a Rimini (43,6% delle presenze provinciali), +17,0% a Riccione (23,9%), +13,2% a Bellaria Igea-Marina (14,7%), +8,8% a Cattolica (11,5%) e +6,6% a Misano Adriatico (5,2%). Buoni anche i risultati ottenuti da Santarcangelo di Romagna (+53,6%), il comune dell’entroterra con più presenze (0,2% del totale). In aumento anche le presenze nelle località dell’Appennino riminese (+68,4%), anche se l’incidenza è decisamente bassa (0,1%).