Turismo, estate 2021 in provincia di Bologna: prenotazioni in aumento e grande interesse per outdoor

0
173

(Sesto Potere) – Bologna – 24 agosto 2021 – Con una ripresa sia degli arrivi nazionali che di quelli internazionali, l’estate 2021 vede un netto miglioramento rispetto al 2020, in un contesto ancora influenzato dalla pandemia. In aumento le prenotazioni per l’estate, ottimo andamento per i tour nel centro storico del capoluogo e grande interesse per le proposte nel verde. Numerosi e in crescita gli accessi al punto informativo eXtraBo in Piazza Nettuno, riferimento per le attività outdoor e i cammini: oltre la metà sono turisti.

Dopo un 2020 in cui il settore viaggi ha visto scenari complessi e battute d’arresto a livello internazionale, l’estate 2021 mostra segnali di ripresa e genera ottimismo nel turismo sull’intero territorio della Città metropolitana.

Dalla riapertura di maggio 2021 ad oggi l’occupazione media delle camere alberghiere, calcolata su un campione rappresentativo, è stata in costante crescita passando dal 38% del mese di maggio e 40% del mese di giugno al 54,3% del mese di luglio. Il trimestre complessivamente vede numeri più che raddoppiati rispetto al 2020.

Una ripresa che, seppur non arrivi ancora ai livelli pre-Covid, promette bene per i mesi a venire. I primi 15 giorni di agosto vedono una proiezione del tasso di occupazione del 45%, con una crescita di 12 punti percentuali sul 2020. Dato che potrebbe sorprendere ulteriormente dal momento che sempre di più si sta verificando una tendenza di prenotazioni in arrivo last minute.

Come lo scorso anno l’Appennino e in generale le aree verdi si confermano di grande interesse con percorsi ed eventi diversificati. Le credenziali per la Via degli Dei vendute all’interno di eXtraBo da maggio a luglio raggiungono una quota pari ai livelli pre-Covid: proposte che la pandemia ha solo reso più consolidate per il desiderio di vacanze outdoor e in movimento.

Ottimo successo per la rassegna “Crinali” (www.crinalibologna.it/) che fino al 3 ottobre propone oltre 200 cammini ed eventi tra l’Appennino Bolognese ed il Circondario Imolese.

Buon successo anche di Via della Lana e della Seta. Tra le novità outdoor anche Via Mater Dei, che di recente ha subito diverse migliorie per quanto riguarda il tracciato.

Moltissime le richieste per quanto riguarda la neonata Ciclovia del Sole, che ha certamente contribuito a suscitare un rinnovato interesse per le altre ciclovie della Pianura, come quella del Reno, del Navile e la nuova Bicipolitana.

Tra le novità legate al territorio metropolitano segnaliamo anche la nuova Via dei Gessi e dei Calanchi (Bologna-Faenza, attraverso il territorio Imolese).

Il bilancio dei mesi di giugno, luglio e agosto vede anche quest’anno una prevalenza dei visitatori italiani, ma non mancano gli stranieri, che aumentano in numero con l’avanzare dell’estate. La percentuale dei visitatori internazionali è stata del 27% a giugno, 40% a luglio e la proiezione su agosto è del 54%.

Le nazionalità di provenienza: Paesi Bassi, Germania, Francia, Belgio, Svizzera. In generale, predilezione per spostamenti su gomma e su treno rispetto alle altre modalità di viaggio. Tour e attrazioni turistiche che dallo scorso 6 agosto sono interessati dall’introduzione della Certificazione Verde COVID-19 (il cosiddetto “Green Pass”), proseguono senza intoppi e in maniera organizzata e strutturata l’attività e il loro regolare svolgimento. Sia le guide turistiche che visitatori sono preparati e informati riguardo alla documentazione da presentare, che è in ogni modo indicata all’ingresso dei principali punti di interesse e online su bolognawelcome.it.