Turismo e commercio, 4^ trasposizione digitale di  Visitparma

0
85
palazzo del governatore parma

(Sesto Potere) – Parma – 29 ottobre 2019 – Si terrà oggi  alle ore 11 presso la sede di Parma di Confesercenti    la presentazione della quarta trasposizione digitale di  Visitparma, piattaforma ideata dall’Associazione Confesercenti alla fine degli anni ’90 in forma cartacea come guida per i turisti e rielaborata nel corso dei successivi 20 anni, passando da sito vetrina a piattaforma liquida di promozione territoriale ricca di servizi grazie alla collaborazione con Edirinnova.

parma

La scelta del 29 ottobre non è casuale. Nella stessa data, nel 1969, il primo pacchetto di dati fu fatto viaggiare per circa 650 chilometri tra i computer dell’Università della California a Los Angeles e dello Stanford Research Insitute vicino a San Francisco. A destinazione sarebbe dovuta arrivare la parola ‘login’, ma il sistema andò in crash dopo le prime due lettere “lo”. Nacque Arpanet, la cui tecnologia rappresentò l’embrione di Internet prima e il WorldWideWeb negli Anni ’90.

Visitparma, a distanza di oltre 50 anni, è un pezzo infinitesimale di quella rivoluzione, che però ha permesso di creare, ad oltre 10.000 km di distanza, un piccolo mondo partecipato e aperto per promuovere iniziative pubbliche e private: Arte, storia, cultura, eventi ma anche attività commerciali, accoglienza e servizi. In cui locale e globale si sposano perfettamente: il buono di internet.

Durante la presentazione verranno rendicontati gli ottimi risultati degli ultimi 5 anni e verrà svelata la nuova livrea grafica, a partire dal logo che già ha fatto capolino sui social, le nuove funzioni rapide di inserimento luoghi ed eventi, la novità markets e le iniziative per Parma 2020 con la sezione dedicata.

Da evidenziare la novità dell’indicizzazione sulle nostre mappe di quei progetti che hanno trovato modi alternativi e specializzati per raccontare Parma.

Con alcuni dei loro promotori (associazioni, onlus, imprese, privati cittadini) sono state strette proficue collaborazioni, con altri verranno create o ampliate e in molti saranno presenti all’evento per portare il proprio contributo.

Il progetto ha avuto fin da subito l’ambizione di connettere tra loro realtà differenti per creare, con le diverse prospettive offerte, una storia condivisa e partecipata del nostro territorio e proprio in quest’ottica sarà esplicitato il nuovo corso anche sui social media.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here