Turismo, anche Forlimpopoli aderisce alla Via Romea Germanica

0
192

(Sesto Potere) – Forlimpopoli – 28 luglio 2020 – La Via Romea Germanica, costituitasi in Associazione il 15 maggio 2012, si arricchisce di un nuovo socio – il Comune di Forlimpopoli – che va così ad aggiungersi ai 36 Enti Pubblici (da Bolzano ad Orvieto, al Parco Nazionale Foreste Casentinesi) che da anni la sostengono.

“L’ingresso nella nostra compagine del Comune di Forlimpopoli – dichiarano il presidente dell’Associazione Europea Flavio Foietta e la presidente dell’Associazione Italiana Liviana Zanetti – appare determinante perché ora tutto il tratto Romagnolo delle Via Romea percorre comunità e territori che condividono questo progetto. Già con questa Amministrazione, che ringraziamo per la sua sensibilità, da anni era in piedi una valida collaborazione”.

“L’ambiente, la cultura, l’amicizia tra le persone e tra i popoli, il legame con l’Europa (ed in primis con la Germania e l’Austria) sono i punti fondamentali di questa Rotta che è candidata al Riconoscimento del Consiglio d’Europa. Forlimpopoli e i Comuni vicini stanno lavorando per il totale recupero della bellissima area del fiume Ronco. Anche la Via Romea – prosegue la presidente – non può che partecipare attivamente, visto che a proprie spese ha aperto a tutti (pellegrini e non) una grossa parte dell’alveo fluviale. La collaborazione fra Comuni, Associazioni, Enti ed appassionati in genere è un buon motore per dare risposte sempre più adeguate alle varie Comunità, alla ricerca del benessere ambientale, fisico, salutistico e di una qualità di vita sempre migliore. Con Forlimpopoli, a cui arriva anche la variante di Ravenna- Cervia-Bertinoro, si possono studiare e mettere in atto azioni, eventi e programmi che coinvolgono territorialmente tutta la fascia tra pianura e le prime colline appenniniche, verso Passo Serra, verso Roma”.

Milena Garavini

“Siamo molto lieti di entrare a far parte di questo importante cammino Europeo – dichiara a sua volta il sindaco di Forlimpopoli Milena Garavini – che rinnova l’amicizia e apre nuove prospettive di collaborazione con il Parco nazionale e con i Comuni della vallata del Ronco-Bidente. La via Romea Germanica poi è un esempio di turismo lento e sostenibile, attento alle ricchezze culturali, naturalistiche e storiche dei territori che attraversa. Forlimpopoli con la sua vocazione Artusiana, con il suo museo archeologico, con il centro visite Spinadello dell’area naturalistica del fiume Ronco, sarà certamente una tappa interessante per i camminatori che la percorrono. Il passaggio dal nostro territorio dei pellegrini che si recavano a Roma, o che da qui tornando andavano verso Ravenna, è testimoniato dai ritrovamenti di diverse fiasche in ceramica (fiasche del pellegrino), che si possono ammirare al MAF, nonché dai resti dell’antica viabilità che collegava Ravenna all’Appennino, fra cui il ponte romano di Selbagnone”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here