(Sesto Potere) – Bologna – 1 luglio 2021 – “Siamo alle solite, esattamente come lo scorso anno, con l’arrivo della stagione estiva i treni locali e regionali si trasformano in carri bestiame con gente accatastata l’una sull’altra senza alcun rispetto né delle distanze di sicurezza né del limite di capienza che, ricordiamolo, in zona bianca è fissato all’80%.

Oggi, primo luglio, nella tratta tra Faenza e Bologna c’era gente ovunque: stipata nei corridoi, abbarbicata alle scale, con valigie ovunque (vedi foto in alto, ndr). Sono la prima a comprendere e condividere la voglia di vacanze e di riposo degli italiani ma così non va affatto bene. Se vogliamo che il sistema non torni a collassare occorrono controlli, come sostengo fin dall’inizio, affinché i limiti di capienza vengano rispettati.

Ma la domanda è: chi deve fare questi controlli? Chi si deve accertare che non vengano venduti più biglietti del limite stabilito?” Così l’on. Simona Vietina, parlamentare di Coraggio Italia   (nella foto a lato, ndr).