(Sesto Potere) – Bologna – 11 ottobre 2022 – Vanno a pieno regime i treni della linea Bologna-Portomaggiore (Ferrara). Sono stati infatti risolti i ritardi e le cancellazioni di alcuni convogli che avevano interessato il tratto ferroviario nei giorni scorsi causando disagi ai pendolari.

I problemi, cui la Regione aveva subito risposto sostituendo con autobus le corse cancellate, erano dovuti a cause esterne, soprattutto abbattimenti di passaggi a livello, e al necessario periodo di rodaggio del Sistema controllo marcia treno (Scmt) di cui è stata dotata la linea per garantire la sicurezza dei passeggeri. 

Oggi, proprio per fare il punto della situazione e dei lavori in programma, l’assessore regionale a Trasporti e Mobilità, Andrea Corsini, ha incontrato il presidente dell’Associazione pendolari Bologna-Portomaggiore, Fabio Businaro.

“Un incontro positivo e proficuo- afferma Corsini-. La nostra attenzione sulla mobilità collettiva è sempre massima perché crediamo nel trasporto pubblico come servizio eco-sostenibile e necessario alle comunità. E in questo contesto, il confronto con i rappresentanti dei pendolari è fondamentale per migliorare e rafforzare l’offerta ferroviaria”. 

Nel corso dell’incontro l’assessore Corsini ha anche annunciato l’avvio a fine anno del cantiere per l’interramento della linea tra Bologna centrale e Roveri che avrà ovvie ripercussioni sulla Bologna-Portomaggiore.

L’assessorato regionale ai Trasporti informa di essere già al lavoro per mettere a punto un servizio sostitutivo con autobus dedicati, i cui orari saranno comunicati a dicembre in occasione del cambio orario invernale. “Un cantiere impegnativo e importante che migliorerà il servizio ferroviario e il traffico della Città metropolitana di Bologna- prosegue l’assessore-. Il contatto con l’Associazione pendolari sarà continuo anche per avvisare in tempo reale su eventuali anomalie del sistema. L’obiettivo, come sempre, è di garantire un servizio puntuale ed efficiente, riducendo al minimo i possibili disagi per i viaggiatori”.