Treni, estate 2020: nuovi collegamenti Italo con Rimini e Riccione

0
287

(Sesto Potere) – Roma – 19 giugno 2020 –  Italo amplia ancora il suo network, introducendo dal 2 luglio le città di Rimini, Riccione, Pesaro e Ancona. Saranno 6 i viaggi giornalieri che collegheranno queste città a Milano e Bologna, consentendo così di raggiungere in treno la costa Adriatica.

Sono già aperte le vendite per 4 di questi 6 collegamenti2 da Milano Centrale verso Ancona con partenza alle 8:45 (arrivo a Rimini alle 10:54, a Riccione alle 11:02, a Pesaro alle 11:19 e ad Ancona alle 11:52 ) ed alle 11:40 (arrivo a Rimini alle 14:21, a Riccione alle 14:29, a Pesaro alle 14:46 e ad Ancona alle 15:23), altri 2 da Ancona per tornare verso Bologna e Milano, si partirà alle 13:40 (14:19 da Pesaro, 14:33 da Riccione, 14:41 da Rimini) ed alle 19:40 (20:19 da Pesaro, 20:36 da Riccione e 20:46 da Rimini).

Nei prossimi giorni saranno disponibili anche gli altri 2 viaggi offerti da Italo, uno con partenza serale da Milano ed un altro che partirà da Ancona di prima mattina. Orari che Italo ha studiato per permettere ai passeggeri di avere una valida opzione in ogni fascia oraria, coprendo la mattina, la parte centrale della giornata e la sera.

Una crescita del network Italo, che oltre all’ingresso della Calabria e del Cilento a partire dal 14 giugno, vede ora una nuova zona d’Italia collegata. Il tutto all’insegna di un’estate italiana, per riscoprire le bellezze del nostro Paese.

Per questo Italo vuole fare la sua parte, accompagnando i suoi viaggiatori in vacanza sulle spiagge italiane ed alla scoperta di una delle regioni più ricche di attrazioni culturali e paesaggistiche.

 “Ci aspettiamo una grande risposta da queste nuove città” afferma Fabrizio BonaChief Commercial Officer di Italo. “L’arrivo di Italo a Rimini, Riccione, Pesaro e Ancona è un importante segnale per la stagione estiva che ci apprestiamo ad affrontare, improntata sul turismo interno. Per questa ragione abbiamo puntato sull’Adriatica, convinti che ci darà grandi soddisfazioni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here