(Sesto Potere) – Forlì, 26 luglio. Un ordine del giorno che impegna la giunta regionale di Stefano Bonaccini a “farsi portavoce, nell’ambito della trattativa in corso per portare il Tour de France 2024 in Emilia Romagna, della necessità di inserire nella pianificazione delle tappe della nota manifestazione sportiva un passaggio nei territori dei Comuni di Forlì e Bertinoro, in onore e memoria dei due grandi campioni del ciclismo romagnolo Ercole Baldini (qui a lato) e Arnaldo Pambianco (in alto).”

Si è parlato anche di questo argomento nel corso della manovra di assestamento discussa questa mattina in Assemblea Legislativa regionale. L’ordine del giorno è stato presentato in aula dal primo e unico firmatario Massimiliano Pompignoli.

“L’8 giugno scorso un noto quotidiano sportivo nazionale ha riportato la notizia secondo cui, tra le ipotetiche 4 tappe del Tour de France in omaggio all’Italia, la seconda prenderebbe il via da Cesenatico, la località che ha dato i natali al grande Marco Pantani, con destinazione Bologna. La Romagna” : ha sottolineato Pompignoli – “è terra di grandi campioni del ciclismo tra cui, oltre l’indimenticabile Marco Pantani, Ercole Baldini e il compianto Arnaldo Pambianco, due veri e propri miti dello sport professionistico e personaggi come pochi in grado di appassionare, coinvolgere e rappresentare, nonché testimoni straordinari della capacità di saper costruire un percorso di enorme successo mettendo a frutto impegno, fatica e sacrificio insieme a lealtà e correttezza”.

Secondo PompignoliErcole Baldini e Arnaldo Pambianco hanno fatto conoscere Forlì, Bertinoro e tutta la Romagna all’Italia intera e al mondo partecipando alle principali manifestazioni ciclistiche nazionali ed internazionali, riuscendo a trasmettere, in particolare ai giovani, l’importanza dei valori alti dello sport e della responsabilità civica. Per questa ragione, il passaggio in Romagna del Tour de France 2024 e in particolare nella provincia di Forlì Cesena rappresenterebbe una straordinaria opportunità di promo commercializzazione e marketing territoriale nonché un’occasione imperdibile e preziosa per celebrare e ricordare i due grandi campioni del ciclismo forlivese.”

“La Giunta Bonaccini, nel ribadire che esiste la candidatura a ospitare il Tour de France 2024 e che quella in corso è una fase interlocutoria molto delicata, che merita la giusta cautela, si è dimostrata costruttiva e aperta a tale possibilità”: ha concluso Pompignoli.