Torna in Romagna “Una Piega per lo IOR”

0
123

(Sesto Potere) – Ravenna – 23 gennaio 2020 – Le parrucchiere volontarie dell’Istituto Oncologico Romagnolo scendono nuovamente in campo con “Una Piega per lo IOR”, l’evento a favore della campagna di raccolta fondi “La Mia Mamma è Bellissima”. Dopo il buon riscontro avuto domenica 17 novembre, quando 120 donne hanno deciso di sottoporsi alle loro cure per un ricavato di 1.300 euro, domenica 26 gennaio dalle 10 alle 17 si replica presso la Enfap di viale della Libertà 1. A fronte di una donazione minima di 10 euro, tutte le donne potranno sottoporsi ad una piega di bellezza.

Tutte le donne forlivesi, quindi, avranno la possibilità di “farsi belle” di domenica e di aiutare l’Istituto Oncologico Romagnolo a far sentire bellissime anche tante pazienti che lottano affinché il cancro non le privi della loro femminilità ed identità.

Il ricavato verrà infatti utilizzato a favore del Progetto Margherita, il servizio dell’Istituto Oncologico Romagnolo dedicato a tutte le pazienti che affrontano il momento della caduta dei capelli in seguito ai trattamenti. Partita presso la sede di Ravenna nel 2012, l’iniziativa che offre parrucche gratuite di pregevole fattura e l’aiuto di un parrucchiere volontario per la selezione si è presto espansa anche alle sedi di Forlì e Rimini, e più recentemente Cesena e Imola.

La perdita dei capelli rappresenta uno dei momenti più delicati di tutto il processo di guarigione da un tumore, soprattutto per le donne: la calvizie, lungi dall’essere una mera questione estetica, rappresenta forse lo stigma sociale più riconoscibile della malattia, cosa che crea forte disagio inficiando non solo sulla qualità di vita di una persona, ma anche sulla sua risposta alle cure. Non stupisce quindi che nel 2018 ben 451 pazienti abbiano usufruito di questo importante servizio: più di una al giorno, di cui 156 solo presso la sede forlivese di via Costa 28.

“Una Piega per lo IOR” fa parte di quelle iniziative spontanee nate nell’ambito del crowdfunding “La Mia Mamma è Bellissima”, portate avanti grazie all’altruismo e alla voglia di aiutare dei veri protagonisti del Progetto Margherita assieme ai pazienti: i parrucchieri volontari. Il ricavato sarà utilizzato non solo per allargare il bacino delle donne da aiutare ma anche per rendere più accoglienti possibili gli ambienti dove il Progetto Margherita viene erogato, di modo che per la paziente il momento della scelta della parrucca oncologica sia il più possibile piacevole e privato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here