Torna ‘ForlìDante. Tòta la Cumégia’ con Alessandro Barbero cantore d’eccezione

0
125

(Sesto Potere) – Forlì – 18 maggio 2021 – Domenica 23 maggio, a partire dalle ore 8.30 circa, si svolgerà per il settimo anno consecutivo la Maratona dantesca, ideata e organizzata dall’Associazione Direzione21 e dal Comune di Forlì, nell’ambito della settima edizione della manifestazione “ForlìDante. Tòta la Cumégia”. Quest’anno la lettura integrale della Divina Commedia rivestirà un’importanza ancora maggiore perché si terrà in occasione delle celebrazioni del settecentesimo anniversario della morte del Sommo Poeta.

L’evento di svolgerà all’interno del Chiostro dei Musei San Domenico (con ingresso lato ex Chiesa San Giacomo), che ha già fatto da cornice all’edizione 2020 e che quest’anno riuscirà a creare un’ulteriore suggestione, perché incastonato tra gli ambienti in cui si svolge la grande mostra “Dante. La visione dell’arte”, realizzata in collaborazione tra la Fondazione Cassa di Risparmi e la Galleria degli Uffizi. La mostra è un grande riconoscimento al lavoro svolto dal Comune di Forlì e dall’Associazione Direzione21 che, attraverso le varie edizioni di “ForlìDante. Tòta la Cumègia”, da anni promuovono il ruolo di Forlì città dantesca a tutti gli effetti, al pari di Firenze, Ravenna e Verona.  

Alessandro Barbero

Questa edizione avrà un fiore all’occhiello in più, la presenza di un cantore d’eccezione, lo storico e scrittore Alessandro Barbero che, in tarda mattinata, chiuderà la cantica dell’Inferno con la sua lettura del XXXIV canto, precedutra da quella del XXXIII a opera del nostro concittadino Alberto Casadei, noto dantista e professore ordinario di Letteratura italiana alla Normale di Pisa.Prima di salire sul palco, dalle 10.30 alle 12.30 della stessa mattina, Barbero incontrerà tutti i suoi affezionati lettori di fronte all’ex Chiesa di San Giacomo, per un firmacopie del suo ultimo libro Dante (Laterza editore, 2020), per settimane ai vertici delle classifiche di vendita nazionali.

Da sette anni la Maratona dantesca è un avvenimento molto atteso a Forlì e raccoglie un gran numero di appassionati cantori di ogni età, professione e provenienza sociale. Anche in questa edizione si alterneranno sul palco oltre quattrocento cantori, tra cui personaggi di spicco e di rilievo della politica, del mondo del lavoro, della cultura, del teatro e dell’arte forlivese e non solo.
Come di consueto l’evento verrà aperto dal Sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, seguito da Paola Casara, Assessore alle Politiche per l’impresa, Servizi educativi, scuola e formazione e Politiche giovanili, dalla classe V A della Scuola Primaria “A.Manzoni” e dal Prefetto di Forlì Antonio Corona, che leggeranno rispettivamente i primi quattro canti dell’Inferno.

ForlìDante. Tòta la Cumégia ph Carmelo Pecora

Lo scorso anno l’emergenza sanitaria aveva costretto gli organizzatori a rivedere la formula della Maratona, con cantori dal vivo, senza pubblico in presenza e con diretta online. Quest’anno, nel pieno rispetto della normativa anti Covid vigente, verrà declamata l’intera Divina Commedia per circa 13 ore ininterrotte in cui sul palco saranno protagonisti alunni e studenti delle Scuole Primarie, Secondarie, Università e tanti cantori che daranno vita a canti individuali, corali e artistici.

Grande novità rispetto allo scorso anno sarà la presenza di un pubblico contingentato nell’ordine di circa 90 persone a rotazione.

Nel rispetto delle restrizioni anti Covid vigenti e in particolare del coprifuoco, fissato fino a quella data alle ore 22.00, la Maratona si chiuderà alle ore 21.00 circa con la lettura del Canto XXXIII del Paradiso. Al termine della Maratona si terrà la cerimonia ufficiale di premiazione del primo concorso “Io mi dilettava di guardare”, con consegna di premi e attestati ai vincitori, già comunicati in un precedente comunicato stampa.

Infine, per dar modo a tutti di seguire l’evento da casa, anche quest’anno la Maratona sarà trasmessa in diretta Facebook sulla pagina di Direzione21 (@direzione21) e sul Canale YouTube “Direzione21 Ass.Culturale”.

Nella foto in alto: il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e il direttore artistico Franco Palmieri inaugurano la Maratona 2020