Thermae di Sant’Agnese, ok all’accordo con le sigle sindacali

0
140

(Sesto Potere) – Bagno di Romagna, 24 maggio.  Il rinnovo del contratto decentrato per i circa 60 lavoratori di “Thermae di Sant’Agnese S.p.A.” a Bagno di Romagna è stato siglato lo scorso 30 aprile dall’impresa e dalle sigle sindacali.

andrea corsini

Lo ha riferito l’Assessore regionale Andrea Corsini (Mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio) rispondendo all’interrogazione presentata dal consigliere Massimiliano Pompignoli in commissione Politiche economiche.

L’esponente , che si è detto soddisfatto “prima di tutto per il destino dei lavoratori e, più in generale, per la tenuta economico ricettiva dell’intera vallata”, aveva presentato l’atto ispettivo il 27 aprile “e se tre giorni dopo c’è stata una soluzione e un interessamento della Regione Emilia Romagna alla vicenda, è un fatto positivo” ha commentato.

pompignoli

Nell’interrogazione, il consigliere temeva per il futuro occupazionale dei lavoratori anche a causa del deficit di 630mila euro di Thermae di Sant’Agnese spa e del calo di fatturato del 50% dovuto all’emergenza Covid. Su questo, pesava anche la mancata trattativa tra impresa e dipendenti, uno stallo che durava da circa quattro mesi. Pompignoli aveva chiesto alla Giunta “un tavolo per la salvaguardia occupazionale.”

“Tavolo che non è stato necessario convocare perché la Regione, sollecitata dal sottoscritto attraverso un’apposita interrogazione, si è interessata alla vicenda nei modi che ha ritenuto opportuni accelerando, di fatto, la sottoscrizione dell’accordo. Questa è la cosa che conta di più” – conclude Pompignoli – “perché in ballo c’erano decine di posti di lavoro e il futuro di moltissime famiglie.”