Terzo lotto tangenziale Forlì, Pd chiede presenza di Anas in commissione

0
109
i consiglieri comunali del Pd

(Sesto Potere) – Forlì – 29 dicembre 2020 – In occasione della discussione ieri pomeriggio in Commissione comunale a Forlì sulle richieste di variante al progetto definitivo sul terzo lotto della tangenziale, il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Forlì ha stigmatizzato l’assenza del principale soggetto dell’opera (l’Anas) spiegando che si tratta di: “Un’ assenza che ha impedito di approfondire come era necessario le richieste dei cittadini di San Martino in Strada ed in particolare quelli che risiedono nell’area di Via Cangini”.

aula consiglio comunale vuota

L’Anas ha giustificato la propria assenza adducendo di essersi già presentata ad un precedente incontro del 1° dicembre che la giunta Zattini avrebbe convocato al di fuori della commissione consigliare preposta.

Ma di questo incontro – lamenta il Pd – “non se ne è dato avviso ai consiglieri comunali”.

“Lo riteniamo un fatto grave per cui risulterebbe ridicolo che – ora – l’Amministrazione voglia abbandonare i cittadini, scaricando la responsabilità su Anas, quando è evidente che la questione andava gestita sin dai primi mesi dell’anno quando – in sede di approvazione del progetto definitivo – abbiamo sollecitato l’amministrazione affinché desse seguito alle richieste dei cittadini di San Martino in Strada”: aggiunge il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Forlì.

Sul piatto c’è il progetto di un’ opera di oltre 100 milioni di euro che va nella direzione del completamento dell’anello tangenziale. “Un progetto proposto e sostenuto da oltre 20 anni dalle amministrazioni di centrosinistra e che risponde coi fatti a chi (il centrodestra, ndr) in campagna elettorale definiva Forlì “una bella addormentata” …”: afferma il Pd.

Alla luce di questa situazione e del dibattito di ieri pomeriggio in Commissione il Gruppo Consiliare del Partito Democratico ha formalizzato la richiesta di riconvocare la Commissione urbanistica, rinnovando la richiesta di presenza di Anas e di tutti i portatori di interesse, a partire dai comitati di quartiere di San Martino in Strada e Vecchiazzano, affinché: “in modo trasparente possa essere data loro una risposta ed il doveroso supporto politico e tecnico. Spiace , infatti, che alcuni intervenuti nel dibattito abbiano, invece, segnalato di essersi sentiti soli e non sostenuti dall’Amministrazione comunale di fronte ad Anas”: conclude il Pd.