Terrorismo “suprematista”, 22enne arrestato a Savona, perquisizioni in 10 città

0
417

(Sesto Potere) – Savona – 22 gennaio 2021 – S’è svolta oggi, a cura della procura di Genova, una vasta operazione condotta dalle Digos di Genova e Savona,

in collaborazione con il Servizio per il Contrasto dell’Estremismo e del Terrorismo Interno della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione-Ucigos, volta a smantellare una cellula terroristica di matrice suprematista bianca, appartenente alla destra radicale nazionale e internazionale.

Per adesso gli agenti della polizia hanno arrestato un 22enne, ex liceale attualmente disoccupato, di Savona, ed hanno effettuato 12 perquisizioni nei confronti di altrettante persone nelle città di Bologna, Cagliari, Cuneo, Forlì-Cesena, Genova, Palermo, Perugia e Torino. Tra gli indagati anche un minorenne.

Il giovane 22enne di Savona è accusato di associazione con finalità di terrorismo e propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, aggravata dal negazionismo. 

Il ragazzo, che si ispirava alle “Waffen-SS” naziste ed al gruppo suprematista statunitense “Atom Waffen Division”, e diceva di appartenere alla corrente “Incel” (un membro di una subcultura online, composta prevalentemente da uomini che non riescono a trovare un partner sentimentale e/o sessuale) , si era attivato sui canali social e sul web creando varie chat e “pagine chiuse” dove propagava documenti e video di stampo neonazista e antisemita e istigava alla violenza e incitava all’ eliminazione fisica degli ebrei, dei comunisti (uomini e donne) e delle femministe.

Il terrorista ed i suoi simpatizzanti, che avevano creato un’organizzazione denominata “Nuovo Ordine Sociale”,  discutevano dell’ipotesi di replicare attentati che avevano avuto vasta eco sui mass media ed evocavano stragi di massa come quelli di Utoya (Norvegia) del 2011, di Macerata del 2018 e di Christchurch (Nuova Zelanda) del 2019.