Taglio dell’Irap, Dovadola escluso. Sindaco Tassinari: “Non c’è equità”

0
215
tassinari morrone pompignoli

(Sesto Potere) – Dovadola- 7 novembre 2019-  “Il problema è proprio questo. Secondo quanto previsto nella Legge regionale 01 agosto 2019, n.18, il taglio dell’Irap interessa solamente quei Comuni emiliano romagnoli classificati dall’Istat e dalla stessa Regione come ‘completamente montani’. In questo modo, il nostro Comune che per discutibili motivazioni è definito ‘parzialmente montano’ non rientra nell’ambito della manovra varata dalla giunta del governatore Bonaccini“: a sollevare il caso è il sindaco di Dovadola , Francesco Tassinari, che lamenta “la mancanza di equità nel criterio di selezione”.

tassinari morrone pompignoli

“La cosa più assurda è che i nostri vicini di casa di Rocca San Casciano possono beneficiare dello stesso provvedimento nonostante i pochi km di distanza che ci separano. Ovviamente,  non gliene faccio una colpa, tutt’altro. Ma rimango perplesso di fronte all’adozione del criterio di selezione per l’erogazione del contributo, tenuto conto che ci sono realtà montane, come la nostra, che fanno di tutto per favorire lo sviluppo e la diramazione del tessuto economico-produttivo locale, in un’ottica di sopravvivenza e valorizzazione dei piccoli borghi. Come sindaco” – conclude Tassinari – “ho l’obbligo di agire nell’interesse della comunità che rappresento. Ma non posso farlo se chi dovrebbe interessarsi per risollevare le sorti delle aree montane adotta misure pericolosamente selettive.”

Dello stesso parere è il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli che commenta “questo provvedimento, seppur condivisibile nelle intenzioni, non è sufficiente a controbilanciare il peso e la mole tributaria che grava sulle imprese che operano nelle aree montane. Prima di tutto perché crea disparità di trattamento tra aziende che producono sullo stesso territorio e nel raggio di pochi km, e poi perché non si tiene conto della reale connotazione dei Comuni montani, prediligendo elenchi e definizioni discutibili che premiano alcuni ma penalizzano altri”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here