(Sesto Potere) – Torino, 24 dicembre – Il superbonus 110% potrà rivalutare del 27% gli immobili sottoposti agli interventi edilizi correlati agli incentivi statali. Secondo lo studio realizzato da  Vorrei.it, piattaforma web che offre servizi per le compravendite immobiliari, una casa sottoposta agli interventi di ristrutturazione previsti dal superbonus potrebbe aumentare in modo rilevante il suo valore di mercato.

Dai dati raccolti dalla proptech i compratori sono sempre più attenti alla classe energetica durante la ricerca dell’immobile da acquistare, non solo per un effettivo risparmio su costi di riscaldamento, ma anche la crescente attenzione per la sostenibilità anche nel settore immobiliare. 

cantiere-edile

Contrariamente a quanto si possa pensare le pratiche completate per il superbonus 110% non sono per la maggior parte nelle regioni italiane più fredde, ma distribuite su tutto il territorio nazionale con ai primi 6 posti Lombardia, Veneto, Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia (Fonte: Enea, aggiornati al 31 agosto 2021).

Le opere di coibentazione come il cappotto termico, l’isolamento del tetto e l’impianto termico più performante o con pompa di calore faranno aumentare il valore degli immobili più nelle regioni del nord e sui mercati dove sono presenti immobili più vecchi e case indipendenti.

Dai dati elaborati da una serie di simulazioni effettuate attraverso gli algoritmi di valutazione immobiliare di Vorrei.it  emerge che l’aumento del valore è compreso tra un 10% e un 25%, con punte del 27% per le case indipendenti collocate nelle provincia di Milano e di Torino.

Gli effetti sui prezzi delle case oggetto d’intervento si vedranno l’anno prossimo, ma sono già visibili oggi gli aumenti di richieste con il conseguente aumento dei prezzi delle case che più si adattano agli interventi edilizi che accedono al superbonus 110%”, spiega Ivan Laffranchi, fondatore e AD di  Vorrei.it .