Superbonus, 90mila imprese coinvolte in Emilia-Romagna

0
170

(Sesto Potere) – Bologna – 26 settembre 2020 – Sono 92.116 le imprese del sistema casa, in Emilia-Romagna, interessate dal Superbonus 110% introdotto con decreto “Rilancio”. È quanto emerge dalla ricerca pubblicata dal Centro studi di Confartigianato Emilia-Romagna, che sottolinea come il 42,2% del totale (38.914 unità) abbiano carattere artigiano. Gli occupati sono 214 mila, di cui il 39% sono impiegati in realtà artigiane.

Le risorse messe in campo a livello nazionale per il bonus 110% sono pari a 14 miliardi di euro tra il 2021 e il 2026 (con una media di 2,3 miliardi all’anno). Partendo da questo dato è possibile stimare che il bonus in Emilia-Romagna potrà mobilitare risorse fino al 2026 da un minimo di 1 miliardo 165 milioni di euro fino a un massimo di 1 miliardo 655 milioni di euro, con un importo massimo in media annua previsto di 276 milioni di euro.

cantiere-edile

La capacità di fare rete

Dalla ricerca del Centro studi emerge la capacità di fare rete delle micro e piccole imprese, che permette agli imprenditori di sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Superbonus. Ad oggi i dati Istat del Censimento permanente delle imprese rilevano che in Emilia- Romagna quattro Mpi del settore costruzioni su cinque (l’81,3%) intrattengono almeno una relazione con altre imprese. La provincia con la maggior quota di imprese del comparto costruzioni che fa squadra è Bologna con l’88,7% delle imprese, seguita da Piacenza (84,9%) e Reggio Emilia (82,1%). 

Superbonus, Confartigianato Community offre un aiuto concreto a imprese e famiglie

“Per superare la complessità delle norme che regolano l’accesso al Superbonus, come Associazione abbiamo creato una piattaforma, Confartigianato Community, che offre un aiuto concreto alle imprese e alle famiglie, sollevandole dalle incombenze burocratiche e dai rischi derivanti dalle diverse certificazioni necessarie per l’ottenimento del bonus e della cessione del credito. Questo è il momento, per le imprese, di ‘giocare di squadra’ per offrire ai clienti tutte le garanzie di un lavoro ben svolto e all’interno dei paletti posti dalla normativa”, commenta Marco Granelli, presidente di Confartigianato Emilia-Romagna nonché vice presidente vicario nazionale di Confartigianato Imprese.