Sport, calcio: è morto Giuseppe Gazzoni Frascara

0
323

(Sesto Potere) – Bologna – 24 aprile 2020 – E’ morto questa mattina Giuseppe Gazzoni Frascara, Presidente Onorario del Bologna Calcio, alla guida del Club dal giugno 1993 al settembre 2005. Era malato da tempo e s’è spento all’età di 84 anni.

Giuseppe Gazzoni Frascara

 Appresa la notizia della scomparsa di Giuseppe Gazzoni Frascara, il Sindaco di Bologna Virginio Merola ha dichiarato quanto segue: “Bologna perde un uomo di impresa e di sport, di successi e di sconfitte. A Giuseppe Gazzoni Frascara si lega una stagione di capitalismo familiare e di passione, di marchi impressi nella storia economica e nel costume, come l’Idrolitina, segni di una Bologna che aveva imparato a stare al centro del mondo. I successi alla presidenza del Bologna, nelle stagioni di Baggio e Signori, hanno dovuto subire il contraltare dei veleni di calciopoli e della caduta personale e finanziaria. Fu vittima coraggiosa di trame e malaffare. Vicende che non hanno intaccato l’uomo e la sua signorilità. Disse in un’intervista: ‘Ho perso tutto ma sono più sereno’. Bologna rimpiangerà quella sua serenità. Esprimo il profondo e sincero cordoglio mio personale e di tutta la nostra città”.

Tutto il Bologna Fc 1909 partecipa al dolore della famiglia e lo ricorda, commosso, così: “Entrato a pieno titolo nella storia ultracentenaria del nostro Club, ha contribuito in modo determinante con il suo operato a far tornare importante nello scenario nazionale. Nostro
Protagonista dell’operazione di salvataggio con cui acquistò il Bologna dopo l’onta del fallimento, ha ricostruito società e squadra, riconquistando in breve tempo la massima serie (vittorie dei campionati 1994-95 in C1 e 1995-96 in B) e portando i rossoblù alla ribalta del calcio italiano. Gli acquisti di autentici fuoriclasse come Baggio e Signori, la vittoria della Coppa Intertoto nell’agosto 1998 – un titolo in bacheca mancava dal ‘74 -, le ritrovate partecipazioni europee con la memorabile cavalcata della squadra di Mazzone fino alla semifinale Uefa di 21 anni fa: Gazzoni ha riportato a Bologna entusiasmo e grandi giocatori, da Pagliuca ad Andersson, da Kolyvanov a Cruz, e tanti altri poi rimasti nel cuore degli appassionati, con Ulivieri, Mazzone e Guidolin come principali timonieri in panchina.
Nell’autunno 2001 ha ceduto la Presidenza a Renato Cipollini, rimanendo proprietario del Bfc per altri 4 anni prima di passare la mano a Cazzola. Investito del ruolo di Presidente Onorario sotto la gestione di Joey Saputo, ha sempre spiccato per saggezza e stile nel panorama del calcio italiano”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here