(Sesto Potere) – Ferrara – 11 ottobre 2021 – Un uomo di 50 anni segnala alla Polizia un’attività di spaccio e di consumo di sostanze stupefacenti nella zona in cui risiede, che permette di identificare soggetti dediti ad attività delinquenziali, tra i quali anche extracomunitari, che senza alcuna ragione bivaccavano nell’area .

Da quel momento iniziava a subire, da parte di un uomo già noto alle forze di Polizia per una pluralità di precedenti e condanne, una serie minacce e molestie in modo continuato con la prospettazione di un male ingiusto.

In due circostanze mentre la vittima si trovava a passeggio veniva avvicinato dallo stalker e aggredito prima verbalmente, poi percosso con pugni al corpo e al viso, causandogli lesioni all’emitorace e allo zigomo sinistro.

questore di ferrara

Tali condotte, nonostante le denunce-querele, protrattesi per quasi un anno, hanno ingenerato nella vittima un grave stato d’ansia, paura e fondato timore per la propria persona e per la sua famiglia.

Ricevuta la segnalazione della grave vicenda, la Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Ferrara, Ufficio specializzato nella trattazione di casi di stalking e violenza di genere , iniziava gli accertamenti finalizzati a riscontrare oggettivamente le dichiarazioni della parte offesa.

Al termine dell’istruttoria, il Questore Cesare Capocasa ha emesso il provvedimento dell’ “Ammonimento” (che comporta l’avvio di un procedimento penale d’ufficio e l’aggravamento della pena) intimando allo stalker di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva.