(Sesto Potere) – Forlì – 17 marzo 2022 – “Il dramma umanitario che sta colpendo la popolazione ucraina è sempre più devastante e impone di rispondere con azioni concrete – spiega il Presidente di Confindustria Romagna Roberto Bozzi – Anche la nostra associazione intende fare la propria parte, mettendo in campo iniziative di supporto per la popolazione con il diretto coinvolgimento della base associativa”.  

Si chiama “Un aiuto per l’Ucraina” il progetto di Confindustria Romagna che al momento pone in maniera prioritaria l’attenzione su tre iniziative.

Raccolta Fondi

Confindustria Romagna ha scelto di sostenere la raccolta fondi promossa da Croce Rossa, da sempre impegnata in contesti bellici, per finanziare le attività a supporto della popolazione civile colpita dal conflitto e la gestione degli sfollati presenti in Ucraina e quelli che stanno cercando riparo nelle nazioni confinanti. Le aziende desiderose di dare il loro contributo possono visitare la pagina dedicata disponibile al link: Sostieni ora la Croce Rossa Italiana (cri.it)

Progetto Accoglienza

In vista di un prevedibile aumento dei flussi migratori, si è pensato alla realizzazione di una mappatura della disponibilità delle aziende ad aderire a iniziative di accoglienza e supporto ai profughi provenienti dall’Ucraina. Attraverso la compilazione di un form on line https://forms.gle/xVKLgJ7ERXw8KUKe7 le aziende potranno segnalare la disponibilità di strutture da adibire all’accoglienza (es. foresterie, abitazioni, spazi vuoti allestibili come magazzini, capannoni, uffici vuoti non in uso).

Le disponibilità verranno smistate, per competenza territoriale, agli enti preposti alla gestione e distribuzione dei profughi presenti e in arrivo sul nostro territorio.

Iniziative aziendali

Alle aziende verrà chiesto di segnalare all’associazione eventuali iniziative singole già intraprese in modo da amplificarne la visibilità attraverso vari canali di comunicazione.

Indagine sulle difficoltà delle imprese a causa della guerra in Ucraina

Infine, da segnalare che il Centro Studi di Confindustria ha strutturato una indagine per raccogliere informazioni di dettaglio sulle difficoltà che le imprese associate stanno subendo in conseguenza della guerra in Ucraina.La compilazione del questionario – accessibile esclusivamente al link in calce – richiederà un tempo massimo di 10 minuti.

Il Centro Studi di Confindustria richiede, alle imprese che parteciperanno all’indagine, di affidare la compilazione a un referente aziendale che sia a conoscenza dei principali mercati di approvvigionamento delle materie prime e semilavorati e di destinazione dei prodotti.

La raccolta dei dati avverrà esclusivamente on line e terminerà il 23 marzo alle ore 23:00.