Smog, Reggio, Modena, Parma, Ferrara e Rimini oltre i limiti. Nel 2019: sforamenti a Ravenna

(Sesto Potere) – Bologna – 29 gennaio 2019 – Emergenza smog sempre più cronica in Italia: aria irrespirabile nelle grandi città con un 2018 da “codice rosso” a causa delle elevate concentrazioni delle polveri sottili e dell’ozono. A fotografare la situazione è Mal’Aria 2019 , il rapporto sull’inquinamento atmosferico nelle città italiane.

La qualità dell’aria della Penisola lascia a desiderare: dal report “Mal’Aria” emerge che, nel 2018 in ben 24 capoluoghi di provincia italiani è stato superato il limite per l’inquinamento da polveri e da ozono (circa un capoluogo su 4), almeno in una stazione ufficiale di monitoraggio. Si ricorda il limite annuale di 35 giorni per le polveri sottili previsto con una media giornaliera superiore a 50 microgrammi/metro cubo, mentre per l’Ozono si considera la media mobile sulle 8 ore superiore a 120 μg/m3 per non più di 25 giorni all’anno.

Le prime posizioni della classifica sono tutte appannaggio delle città dell’area del bacino padano. Nel dettaglio, la città che lo scorso anno ha superato il maggior numero di giornate fuorilegge è Brescia (Villaggio Sereno) con 150 giorni (47 per il Pm10 e 103 per l’ozono), seguita da Lodi con 149 (78 per il Pm10 e 71 per l’ozono), Monza (140), Venezia (139), Alessandria (136), Milano (135), Torino (134), Padova (130), Bergamo e Cremona (127) e Rovigo (121). Tutte le città capoluogo di provincia dell’area padana (tranne Cuneo, Novara, Verbania e Belluno) hanno superato almeno uno dei due limiti.

E sommando i giorni di mal’aria respirata dai cittadini dell’Emilia-Romagna nel corso del 2018, tra superamenti delle PM10 e dell’Ozono, la speciale classifica che esce fuori vede le città di Modena, Parma, Piacenza e Reggio Emilia, prime in questa drammatica lista con ben rispettivamente 117, 112, 112 e 111 giornate di inquinamento. (* nessun dato disponibile per Oper la città di Cesena)

Città capoluogo Sforamenti PM10 nel 2018 Sforamenti Ozono nel 2018 Sforamenti totali
Modena 51 66 117
Parma 45 67 112
Piacenza 32 80 112
Reggio Emilia 56 55 111
Rimini 36 46 82
Ferrara 41 41 82
Forlì 17 48 74
Ravenna 22 42 64
Bologna 17 39 56
Cesena 17 * *

Se sommiamo le giornate di inquinamento invernale da PM10 e quelle di inquinamento estivo da Ozono, i dati sono allarmanti. A Modena, Parma e Reggio Emilia, i cittadini respirano aria inquinata 1 giorno ogni 3 giorni.

Nei primi 22 giorni del 2018 la situazione è andata peggiorando : Ferrara, Ravenna, Modena, Reggio, Rimini, Piacenza e Bologna hanno già accumulato oltre 8 giorni di superamento dei limiti delle PM10; un giorno ogni 3 in cui i cittadini hanno respirato aria inquinata. 

Di seguito la tabella riassuntiva dei dati aggiornati ad oggi:

Città Stazione ARPAE N° superamenti PM10 al 22/01/2019
Ferrara Isonzo 14
Ravenna Zalamella 11
Modena Giardini 11
Piacenza Giordani/Farnese 10
Reggio nell’Emilia Timavo 9
Rimini Flaminia 9
Bologna Porta San felice 8
Parma Montebello 8
Forlì Roma 8
Cesena Franchini/Angeloni 6

Secondo Legambiente non servono misure sporadiche, ma è urgente mettere in atto interventi strutturali e azioni ad hoc di livello nazionale, locale oltre che di bacino padano.Ed occorre una revisione totale della mobilità all’interno delle nostre città, dando priorità al trasporto pubblico ed alla mobilità condivisa e collettiva.

Per far fronte quindi al problema della qualità dell’aria, i “Volontari per Natura” di Legambiente Emilia Romagna, si attiveranno sul territorio regionale per monitorare le fonti ed i livelli di inquinamento ed i flussi di traffico automobilistico nelle città di Parma, Modena, Bologna e Ravenna.

Appuntamenti a:

  • Ravenna: sabato 26 gennaio, alle ore 10:30 presso CittAttiva Ravenna in via Giosuè Carducci n. 14
  • Parma: giovedì 31 gennaio, dalle ore 14:30 alle ore 18:30, presso la sede di Legambiente Parma in viale Bizzozero n.19
  • Bologna: sabato 2 febbraio, alle ore 15:30 presso la sede di Legambiente Emilia Romagna in via Gorki n.6
  • Modena: giovedì 7 gennaio, alle ore 21, presso la sede di Legambiente Modena in via S. Faustino n.155U

Scarica il Dossier “Mal’aria 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *