(Sesto Potere) – Forlì – 1 ottobre 2022 – Il Sindacato di Polizia Siulp di Forlì Cesena torna in piazza al fine di protestare e sensibilizzare le Istituzioni e l’opinione pubblica in merito agli organici che continuano ad essere del tutto inadeguati in provincia, con conseguenti effetti negativi sulla sicurezza causata dalla riduzione evidente dell’attività di prevenzione e repressione dei reati, proprio a causa della mancanza di agenti.

prefettura forlì

In particolare, precisa il segretario provinciale generale del Siulp Roberto Galeotti (nella foto in alto): “I poliziotti assegnati presso l’Ufficio di Polizia dell’aeroporto di Forlì, provenienti dalla Questura e dal Commissariato di Cesena, non sono mai stati avvicendati dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza; il personale in servizio presso le Sottosezioni di Polizia Stradale della provincia, della Sezione Polizia Postale e della Polizia Ferroviaria di Forlì, sono sotto organico del 50%, come evidenziato anche nel nuovo piano di riorganizzazione dei Reparti sul territorio nazionale; anche il Centro Addestramento Polizia di Stato a Cesena va rinforzato al fine di poter programmare e gestire, al meglio, la formazione degli allievi agenti. Serve inoltre un immediato intervento al fine di prevedere la costruzione di una nuova Questura e Sezione di Polizia Stradale, politiche abitative a favore dei poliziotti, oltre a tutte le altre proposte inserite “nell’agenda della sicurezza SIULP” già condivisa dai neo parlamentari locali”.

Il Siulp di Forlì Cesena attende fatti concreti dal Ministero dell’Interno, al fine di rinforzare concretamente gli organici ed evitare anche riflessi negativi sul personale, come ad esempio l’aumento di stress lavoro correlato.

“Purtroppo finora – conclude il Segretario del Siulp – sono giunte solo risposte interlocutorie”.