Sicurezza e guardie giurate, Riccione aderisce al progetto ‘Mille occhi sulla città’

0
290

(Sesto Potere) – Riccione – 18 luglio 2020 – Riccione aderisce al progetto del ministero dell’Interno denominato i “Mille occhi sulla città” un protocollo d’intesa nato in tema di pubblica sicurezza. Il progetto prevede l’attivazione di un servizio di vigilanza integrata sul territorio comunale di Riccione, nelle ore notturne dal 24 luglio al 23 agosto.

Il 17 luglio, alla presenza del comandante dei carabinieri di Riccione, il capitano Luca Colombari e il commissario della polizia di Stato, Marta Poeti, dirigente dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Rimini, il servizio è stato presentato nella sala Consiglio Comunale di Riccione, dal sindaco Renata Tosi, l’onorevole assessore alla Polizia municipale, Elena Raffaelli, il comandante della Polizia Locale, Achille Zechini (vedi foto qui nella pagina, ndr).

Dal prossimo venerdì 24 luglio, quindi, tutti i giorni, nelle ore notturne a partire dalla mezzanotte fino al mattino successivo alle 7, saranno in servizio nei punti di osservazione fissa, e dinamica qualora sarà necessario il cambio di postazione, quattro agenti delle Guardie giurate particolari, su due auto di pattuglia in luoghi nevralgici della città. Zona del luna park, Ceccarini mare e piazzale Ceccarini, Marano comprensivo della nuova passeggiata, zona della passeggiata a mare e tutti i luoghi della città che vedono coinvolte occasionalmente per manifestazioni e eventi.  

guardia giurata

“Con l’adesione a questo progetto, il Comune di Riccione ha trovato la modalità giusta per integrare il lavoro importante e impegnativo che le Forze dell’Ordine quotidianamente esplicano sul territorio, con un supporto in più che l’Ente pubblico ha potuto mettere in campo”, ha detto il sindaco Tosi. 

“Abbiamo chiesto ufficialmente alla Prefettura i rinforzi estivi per le Forze dell’ordine. Non abbiamo avuto risposte e quindi abbiamo agito per cercare le possibili soluzioni al problema – ha detto l’onorevole Raffaelli -. La presenza dei rappresentanti di carabinieri e polizia di Stato, qui, oggi, dimostra che Riccione ha la capacità di integrare gli sforzi, di collaborare fattivamente quando i problemi si vogliono risolvere non a chiacchiere, ma con i fatti. Se il territorio mostra di avere una problematica che si deve affrontare e risolvere, bisogna adoperarsi per trovare una soluzione. Lo abbiamo fatto velocemente proprio per garantire le settimane centrali della stagione estiva”.

“Gli operatori delle Guardie giurate avranno un servizio per così dire stanziale, ma anche dinamico perché ovviamente dovranno spostarsi da un punto di osservazione all’altro e saranno quindi in grado di espletare un repentino controllo, e nel caso di necessità di intervento – ha spiegato il comandante Zechini -. Attenzione però vanno bene distinti gli ambiti di intervento. Sia chiaro che gli operatori di vigilanza in presenza di reato dovranno comunque sempre allertare carabinieri e polizia di Stato. Gli ambiti dei loro interventi sono ben delineati dalla normativa vigente, ma ovviamente in caso di danneggiamenti, quindi a tutela soprattutto del patrimonio pubblico e privato, sono un primo aiuto efficace. Per fare un esempio nel caso di gruppi numerosi di giovanissimi che si spostano sul territorio, gli operatori potranno segnalarne la posizione alle Forze dell’Ordine e seguirli negli spostamenti. Insomma saranno quei famosi mille occhi sulla città di Riccione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here