Scuole, Lattuca in visita alla primaria “Bruno Munari” di Cesena

0
140

(Sesto Potere) – Cesena – 13 settembre 2021 – Questa mattina, in occasione dell’avvio dell’anno scolastico 2021-2022, il sindaco Enzo Lattuca ha portato i suoi saluti agli studenti che frequentano la Scuola Primaria “Bruno Munari”, da poco oggetto di un importante intervento di ristrutturazione rivolto a rafforzare l’efficienza strutturale ed energetica.

La ‘Munari’, così come la Primaria di Martorano, è una scuola completamente rinnovata, sia dentro che fuori.

“Siamo intervenuti strutturalmente per garantire una piena fruizione dell’edificio e dell’estesa area verde che lo circonda e nella quale potrete svolgere diverse attività didattiche sotto la supervisione delle vostre insegnanti”: commenta il sindaco. 

L’edificio, sito nel quartiere di Sant’ Egidio, in Via Anna Frank 185, è stato realizzato tra il 1976 e il 1977 dal Consorzio Cooperative Produzione e Lavoro della Provincia di Forlì e si trova all’interno del centro abitato, in un’ ampia area verde alberata, facilmente accessibile dalla Via Cervese.

Il fabbricato si articola su tre livelli (piano terra, piano primo e piano secondo), collegati fra di loro da due vani scale collocati in posizione centrale rispetto all’edificio.
Il piano terra è occupato dalla due sezioni dell’asilo “Giardinetto”, dalla mensa e dalla palestra della Primaria.
Il piano primo e piano secondo sono invece utilizzati dalla scuola primaria “Bruno Munari”.
In particolare, al piano primo, raggiungibile attraverso una rampa esterna, sono concentrati gli uffici amministrativi, le aule polivalenti e il Centro di Documentazione Educativa comunale, mentre al secondo sono presenti prevalentemente le aule scolastiche. 

Dal 1977 ad oggi sul fabbricato – spiega ancora il sindaco Enzo Lattuca – sono stati realizzati interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria, lasciando totalmente inalterata la struttura portante, se si escludono gli interventi sulle scale antincendio esterne o per la realizzazione della piattaforma di elevazione collocata nel vano interno.

Nel corso di questo ultimo intervento – avviato nel giugno del 2019 e concluso la scorsa primavera – si è proceduto invece con l’inserimento di un sistema di miglioramento strutturale al fine di raggiungere un livello di sicurezza superiore ed adeguato agli standard della vigente normativa sismica. Oltre ai lavori di miglioramento sismico, sull’edificio sono stati eseguiti mirati interventi di efficientamento energetico al fine di ridurre il fabbisogno di energia termica prevedibile pari ad almeno il 50% del fabbisogno attuale.

L’importo complessivo dell’intero progetto ammonta ad 2.556.019,96 euro, di cui  2.420.000,00 euro per i soli lavori. L’intero progetto è stato finanziato per 1.709.148,87 euro dall’Amministrazione comunale e per 1.091.543,79 euro dal MIUR (Ministero Istruzione  Università e Ricerca) con il Fondo 140.